Meccanica

Nuovo packaging per i prodotti ATE

Il packaging dei prodotti ATE sta cambiando. Con il lancio del nuovo liquido dei freni SUPER DOT 5.1 nella primavera del 2020, è stato modificato anche il design delle latte: questo segna l’inizio di un importante progetto volto a ottimizzare e a standardizzare le confezioni ATE. Proprio come dev’essere essere quando si parla di un marchio Premium.

“A partire dal primo trimestre del 2021 saranno visibili sul mercato i primi dischi freno e pastiglie nel nuovo packaging. È importante sapere che il passaggio sarà graduale e che si tratta di un cambio in corsa. Questo significa che per un certo periodo saranno sul mercato sia le confezioni già esistenti, sia le nuove. Ma non preoccupatevi: il contenuto della confezione non verrà modificato e i prodotti ATE all’interno manterranno sempre il loro solito, alto, standard di qualità OE.” afferma Francesco Aresi, Head of IAM and Special Vehicles in Continental Aftermaket Italia.Durante lo sviluppo del design del nuovo packaging abbiamo voluto combinare il vecchio con il nuovo: Caratteristiche ben note, come il blu ATE non solo rimangono, ma saranno ancora più predominanti.”

Anche nel nuovo design ATE ha voluto preservare l’unicità del marchio nel tempo e comunicare più chiaramente aspetti molto importanti per l’azienda come la qualità e l’innovazione.

E cosa cambia esattamente? Tutte le nuove confezioni si basano su un concetto unitario. La struttura rimane la stessa, in modo da creare un’immagine di marchio unitario. Le categorie di prodotti sono ancor più facilmente distinguibili l’una dall’altra. E i prodotti innovativi, fiore all’occhiello del marchio- come ad esempio le pastiglie freno ATE Ceramic o PowerDisc ATE – risaltano in modo particolare grazie all’immagine sulla confezione.

Ma l’aspetto è una cosa, la confezione di per sé è un’altra. Anche in questo caso ATE ha apportato miglioramenti, definendo uno standard uniforme all’interno delle categorie. Nel caso dei dischi freno, oltre al processo di stampa è stata ad esempio ottimizzata anche la composizione del materiale.

© riproduzione riservata
made by nodopiano