Mercato

Goodyear acquisisce Cooper per 2,5 miliardi di dollari

Goodyear e Cooper hanno annunciato oggi di aver siglato un accordo definitivo, in base al quale Goodyear acquisirà Cooper per circa 2,5 miliardi di dollari.

L’accordo amplierà l’offerta di prodotti Goodyear, combinando due portafogli di marchi complementari. Creerà anche un produttore statunitense più forte, con una maggiore presenza nei canali di distribuzione e vendita al dettaglio, combinando al contempo i punti di forza di entrambe le società nei segmenti di prodotti altamente redditizi per autocarri leggeri e SUV. Combinando i fatturati delle due società si arriva ad una cifrà di circa 17,5 miliardi di dollari, per l’anno 2019. L’accordo è già stato approvato dai Consigli di amministrazione di entrambe le società.

Fondato nel 1914, Cooper è il quinto produttore di pneumatici del Nord America per fatturato, con circa 10.000 dipendenti che lavorano in 15 paesi in tutto il mondo. I prodotti Cooper sono fabbricati in 10 stabilimenti in tutto il mondo, alcuni dei quali interamente di proprietà e altri in joint venture. Il portafoglio di marchi dell’azienda comprende Cooper, Avon, Mastercraft, Roadmaster e Mickey Thompson.

“Questo è un giorno emozionante e di trasformazione per le nostre aziende”, ha affermato Richard J. Kramer, presidente e amministratore delegato di Goodyear. “L’aggiunta del portafoglio complementare di prodotti di Cooper e delle risorse di produzione, insieme alla tecnologia e alla distribuzione leader del settore di Goodyear, offrono alla società combinata opportunità per una migliore efficienza dei costi e un’offerta più ampia per le reti di rivenditori di entrambe le società. Siamo fiduciosi che questa combinazione ci consentirà di fornire un servizio migliore per i nostri clienti e per i consumatori, fornendo valore agli azionisti.”

Kramer ha aggiunto: “Abbiamo molto rispetto per il team di Cooper e condividiamo l’impegno per l’integrità, la qualità, l’agilità e il lavoro di squadra. Non vediamo l’ora di dare il benvenuto a Cooper nella famiglia Goodyear “.

Brad Hughes, presidente e amministratore delegato di Cooper, ha aggiunto: “Cooper si è trasformata in un’organizzazione dinamica e orientata al consumatore, che ha bilanciato il canale tradizionale con quelli emergenti per aumentare la domanda dei nostri prodotti, aggiornando e sfruttando efficacemente la nostra impronta di produzione globale. Sono estremamente orgoglioso di ciò che il nostro team ha realizzato in questi 107 anni di storia e sono grato ai nostri dipendenti per il loro contributo e impegno. Questa operazione segna l’inizio di un nuovo capitolo per Cooper. Riteniamo che rappresenti un’opportunità interessante per massimizzare il valore per i nostri azionisti, che riceveranno un premio significativo, nonché l’opportunità di partecipare a questa nuova realtà combinata. Attendiamo con impazienza l’opportunità di combinare i notevoli talenti di Cooper con quelli di Goodyear e di far parte di un’organizzazione più grande e più forte che sarà ben posizionata in modo competitivo per vincere nel settore globale dei pneumatici.”

Vantaggi strategici e finanziari convincenti

Questa unione rafforza la posizione di leadership di Goodyear nel settore dei pneumatici per quel che riguarda gli Stati Uniti e gli altri mercati nordamericani.

In Cina, inoltre, la nuova società quasi raddoppierà la presenza di Goodyear, aumentando anche il numero di relazioni con le case automobilistiche locali, creando al contempo una più ampia rete di distribuzione per i pneumatici di ricambio Cooper attraverso la rete di 2.500 negozi al dettaglio a marchio Goodyear.

L’unione combina due portafogli di marchi complementari con un’offerta completa in tutti i segmenti di valore. La società combinata avrà l’opportunità di sfruttare la forza del primo equipaggiamento Goodyear e dei pneumatici sostitutivi premium, insieme alla potenza del marchio Cooper nel segmento di fascia media, di particolare importanza per i mercati degli autocarri leggeri e dei SUV. Insieme, questi marchi hanno l’opportunità di fornire un’offerta più completa a distributori e rivenditori

Inoltre, Goodyear prevede di ottenere circa 165 milioni di dollari di vantaggi in sinergie sui costi di esercizio entro due anni dalla chiusura della transazione. Inoltre, si prevede che la combinazione generi un valore attuale netto di 450 milioni o più, utilizzando gli attributi fiscali statunitensi disponibili di Goodyear. Le sinergie di costo previste da questa transazione non includono i risparmi legati alla produzione.

La transazione è soggetta al soddisfacimento delle consuete condizioni di chiusura, inclusa la ricezione delle approvazioni normative richieste e l’approvazione degli azionisti di Cooper. La transazione dovrebbe concludersi nella seconda metà del 2021.

Dopo la chiusura, la società combinata avrà sede ad Akron, Ohio, ma Goodyear prevede di mantenere una presenza a Findlay, Ohio.

© riproduzione riservata
made by nodopiano