Mercato

Bridgestone vince il test winter AMS

Il Bridgestone Blizzak LM 005, dopo aver vinto il test sui pneumatici invernali TCS-ADAC 2020, porta a casa l’oro anche nella prova di Auto Motor und Sport (AMS), che a messo a confronto 10 modelli nella misura 225/50 R17 H / V, montati su una BMW Serie 3.

Il giudizio della rivista tedesca sul Bridgestone Blizzak LM è “molto buono” con un punteggio di 9,1. I suoi punti di forza sono la dinamica di guida estremamente bilanciata, con spazi di arresto in frenata molto brevi su neve, le eccezionali prestazioni su bagnato, grazie alla buona aderenza, grande affidabilità, eccellente stabilità di guida. Il pneumatico Bridgestone ha registrato inoltre i minori spazi di arresto del test nella frenata su bagnato e una buona capacità di prevenire l’aquaplaning. Unico segno di debolezza è stata una lieve instabilità solo nel caso di improvviso cambio di direzione su strada asciutta.

Anche il BF Goodrich g-Force Winter 2 (8.1), il Vredestein Wintrac Pro (8.0) e il Michelin Alpin 6 (8.0) sono stati giudicati “molto buoni“.

BF Goodrich g-Force Winter

Il pneumatico a marchio BF Goodrich è stato particolarmente convincente e affidabile sulla neve, buona la prevenzione dell’aquaplaning e sicura la frenata su asfalto asciutto. Buono anche il confort e la silenziosità. I limiti? Un forte sottosterzo e scarsa tenuta laterale nelle curve su bagnato, frenata su bagnato decisamente lunga, stabilità un po’ ridotta nelle situazioni impegnative su strada asciutta.

Vredestein Wintrac Pro

La gomma Vredestein ha brillato invece per “buona trazione e frenata sulla neve, comportamento preciso, neutrale e affidabile su strada bagnata, sicurezza nella frenata su strada asciutta”. Sulla neve, invece, questo pneumatico ha una risposta lenta in curva con un forte sottosterzo. Gli spazi di arresto in frenata su bagnato sono leggermente più lunghi rispetto al vincitore del test e si presenta una lieve sensibilità ai cambiamenti di carico nelle curve su asciutto.

Michelin Alpin 6

I tester di AMS dicono che i pneumatici Michelin hanno deboli riserve di sicurezza e qualche deficit in frenata e trazione su neve. La tenuta però è sicura in curva sulla neve, il comportamento equilibrato e diretto con una certa tendenza al sottosterzo su bagnato, facilmente gestibile e neutro anche su asciutto, con ampi margini di sicurezza e spazi di arresto in frenata molto brevi.

Goodyear UltraGrip Performance +

Con la valutazione “buono” e 7,9 punti, la rivista apprezza il Goodyear UltraGrip Performance + perché sicuro su neve, con un livello di grip sopra la media, migliore del test nella prevenzione dell’aquaplaning, handling sicuro e senza sorprese nelle curve su asciutto, silenzioso e confortevole. Sul bagnato, però, la frenata è lunga e la sensibilità alle variazioni di carico elevata.

Nokian WR Snowproof

Buono anche il Nokian WR Snowproof, che ha impressionato positivamente i tester con i suoi “brevi spazi di frenata sull’asfalto asciutto e la massima efficienza nei consumi”. Tuttavia ha un “grip solo moderato sulla neve, scarsa trazione e forte sottosterzo sul bagnato”.

Soddisfacenti Toyo, Giti, Maxxis e Falken

Quattro pneumatici sono stati valutati “soddisfacenti“. Il primo è il Toyo Observe S 944, che ha “un ottimo grip in curva sull’asfalto asciutto”, ma allo stesso tempo “lunghe distanze di arresto in frenata e una risposta dello sterzo lenta sulla neve”.

Il Giti Winter W1 (6.9) è un “prodotto economico con prestazioni ridotte, ma senza gravi difetti”.

Maxxis Premitra Snow WP 6 (6.8) è un “pneumatico equilibrato con riserve alquanto limitate, ma senza gravi difetti”.

Infine il Falken Eurowinter HS01 (6.8) ha prestazioni soddisfacenti, soprattutto in termini di stabilità ed efficienza di guida.

© riproduzione riservata
made by nodopiano