Mercato

ETRMA sull’etichetta: più gomme di qualità e più controlli

ETRMA ha accolto con favore l’accordo provvisorio raggiunto in Europa da Parlamento, Consiglio e Commissione sulla revisione del regolamento europeo sull’etichettatura dei pneumatici.

L’associazione europea dei produttori di gomme ha seguito il processo legislativo inter-istituzionale sulla revisione dell’etichettatura dei pneumatici fin dal 2009 e si dichiara soddisfatta del fatto che il nuovo testo colmerà le carenze del regolamento attuale: la mancanza di diffusione sul mercato di pneumatici di alta qualità e la bassa attività di vigilanza negli Stati membri.

Sei anni dopo l’implementazione dell’etichetta, ETRMA continua dunque a sostenere l’impegno e gli sforzi delle istituzioni europee per promuovere l’innovazione del settore, da un lato, e favorire i consumatori, dall’altro, rendendoli più consapevoli del significato dell’etichetta e rafforzando la sorveglianza e l’applicazione del mercato negli Stati membri dell’UE.

L’etichetta del pneumatico è infatti uno strumento importante per informare sia i consumatori che gli utenti professionali sul contributo delle gomme sull’efficienza nel consumo di carburante, sull’aderenza su bagnato e sulla rumorosità esterna dovuta al rotolamento del singolo pneumatico. Tuttavia, il fatto che nel mercato europeo vengano scelte gomme di alta qualità solo in misura limitata, come dimostra uno studio commissionato a Lizeo da ETRMA, indica che il sistema delle etichette deve essere migliorato per poter offrire tutto il suo potenziale informativo nei confronti del consumatore.

L’associazione europea, quindi, accoglie con favore la decisione di migliorare la sorveglianza con controlli e sanzioni, aumentando la visibilità dell’etichetta e introducendo degli obblighi più rigorosi per gli Stati membri. Inoltre il Product Information Database, la banca dati delle informazioni sui pneumatici, dovrebbe agevolare e rafforzare il passaggio delle informazioni tra produttori e autorità competenti. Altrettanto positive secondo l’associazione europea sono le decisioni di rinnovare l’aspetto dell’etichetta, includendo anche un codice QR e dei loghi che indichino chiaramente se il pneumatico è adatto all’uso in condizioni di neve e ghiaccio.

Fazilet Cinaralp, segretario generale dell’ETRMA, ha dichiarato: “La revisione del regolamento è un passo positivo verso un’etichettatura dei pneumatici ambiziosa e lungimirante. L’industria europea del settore riconosce, in particolare, i vantaggi dell’etichetta nel creare una sana concorrenza tra i produttori per fornire pneumatici sempre più performanti e una corretta informazione ai consumatori “.

ETRMA concorda inoltre con l’impegno della Commissione europea nello sviluppo di un metodo di prova adeguato e affidabile per misurare l’abrasione del battistrada, prima di valutare la fattibilità di aggiungere queste informazioni all’etichetta. Il processo è ancora agli inizi e deve essere completato prima che qualsiasi misura possa essere introdotta in questo o in altri regolamenti.

Sul metodo di prova per l’abrasione dei pneumatici, Cinaralp ha affermato: “L’industria europea del settore è pienamente impegnata nelle sfide ambientali che coinvolgono i pneumatici, compresa la necessità di sviluppare un metodo di prova affidabile per misurare le prestazioni di abrasione, un lavoro già avviato da tempo dai produttori. Le nostre ambizioni sono alte e continueremo ad impegnarci per fornire soluzioni tecniche che rispondano alle esigenze della società attuale.”

© riproduzione riservata
made by nodopiano