Mercato

Berner: nuovo AD, digitalizzazione, passaggio da un’ottica di prodotto a una di servizio

Mercoledì 28 ottobre, presso il Museo Nicolis a Verona, Berner ha organizzato una conferenza stampa che aveva diversi obiettivi: il primo era presentare il nuovo Amministratore Delegato, Marco Baroni, il secondo illustrare i driver di sviluppo e le strategie di Berner per il futuro e, infine, parlare della digitalizzazione e del passaggio da un’ottica di prodotto a quella di servizio, necessaria per competere oggi sul mercato. Nel corso dela conferenza sono intervenuti Marco Baroni, Luca Porrini, Direttore Commerciale della Divisione Autotrazione e Giuseppe Massarotto, Customer Solution Manager di Berner. Inoltre, era ospite della giornata Paolo Pollio, Responsabile post-vendita di Carfin SPA, un grande car dealer della Liguria.

L’arrivo di Marco Baroni come nuovo Country Manager Italia avviene in un periodo positivo per Berner Italia. L’azienda, con un fatturato relativo all’anno fiscale 2017/2018 pari a 79 milioni di Euro, ha infatti registrato un aumento del volume d’affari del 5,4% rispetto all’anno precedente, mentre il fatturato per il primo semestre dell’anno fiscale – iniziato ad aprile 2018 – è in crescita del 6,8% rispetto all’anno precedente, superando i 39 milioni di euro (39.168,00 Euro). L’azienda, tuttavia, non è assolutamente ferma: ha dato via a un processo di innovazione a più livelli, il primo dei quali è senza dubbio la digitalizzazione.

Luca Porrini, Direttore Commerciale Divisione Autotrazione di Berner Italia

“In pochi anni il comportamento delle persone in fase di valutazione dei possibili fornitori e conclusione dell’acquisto è cambiato radicalmente, non solo nel mercato autotrazione”. afferma Luca Porrini, Direttore Commerciale Divisione Autotrazione di Berner Italia. “La rivoluzione digitale ha imposto un radicale cambiamento al modo di operare delle aziende. Berner non si è fatta trovare impreparata, avendo adottato molto precocemente una strategia omnicanale. Tutta la filiera dell’automotive dovrà passare attraverso questo cambiamento. Infatti, da un lato la possibilità per tutti gli attori della filiera di reperire velocemente in rete un numero elevato di informazioni e di potere comparare moltissime offerte tra loro e dall’altro una fortissima esigenza di efficienza di tempi e costi spingono tutti gli attori di mercato a rivedere i propri modelli di distribuzione così come la propria offerta. Il prodotto è ormai solo una componente delle soluzioni che offriamo ai nostri clienti: l’offerta è infatti composta da prodotto, servizio e consulenza, che diventano sempre più strategici. Sul fronte della distribuzione e anche in fase di selezione del proprio fornitore da parte dei clienti la nostra strategia Berner prevede il massimo controllo di tutti i touchpoint strategici, online e offline. I nostri clienti possono informarsi sulle soluzioni Berner ed acquistare avvalendosi della nostra strategia omnicanale: e-commerce, app, inside sales e rete vendita. Ci tengo a sottolineare che in questo scenario il ruolo del “venditore” non diventa secondario, anzi si nobilita e riconquista la sua centralità trasformandosi in quello di consulente specializzato, in grado di aiutare i clienti a compiere le scelte giuste e ad essere più competitivi nel loro mercato. L’offerta, infine, viene completata da un servizio di consulenza tecnica e formazione per ambiti ed applicazioni specifiche così come da un pacchetto completo di servizi dedicati alla corretta gestione del business: dal riordino automatico via scanner o app al supporto e agli strumenti da noi forniti per la gestione dei costi”. conclude Luca Porrini.

“Se guardiamo a questo mercato da un punto di vista più ampio, si possono identificare alcuni trend che certamente modificheranno ulteriormente lo scenario: temi come l’auto condivisa, l’auto connessa, l’auto elettrica e l’auto a guida autonoma, ad esempio, cambieranno non solo l’impiego dei mezzi da parte dei consumatori ma anche la tipologia e l’intensità dei servizi di manutenzione richiesti. Ipotizziamo un’intensità di utilizzo superiore delle vetture e quindi una aumentata esigenza di manutenzione, a cui i nostri clienti dovranno rispondere con sempre maggiore efficienza e con servizi sempre più completi e chiavi in mano. Nel post-vendita commercio online, approvvigionamento di ricambi multibrand, ingaggio digitale, riparazioni a distanza delle auto connesse e customer service mediante portali sempre più sofisticati saranno e in parte sono già temi all’ordine del giorno.” spiega Luca Porrini “I mercati richiedono una specializzazione sempre più spiccata e servizi sempre più rapidi ed efficienti. Gli interventi di manutenzione e riparazione competenze di alto valore.  Da sempre e specialmente in questo momento di grandi cambiamenti, Berner è impegnata costantemente nel sostenere i propri clienti per metterli in condizione di raggiungere nuovi traguardi e rimanere innovativi e competitivi anche nel lungo termine.”

 

made by nodopiano