Mercato

Le novità Michelin al Salone dell’Automobile di Parigi 2014

Al Salone dell’Automobile di Parigi, Michelin presenta non solo tre nuovi pneumatici e una tecnologia unica, ma anche, e soprattutto, un’iniziativa innovativa nel campo di Ricerca e Sviluppo: la creazione di un laboratorio “in tempo reale” per i più diversi tipi di utilizzo stradale. Ogni anno, Michelin investe più di 640 milioni di euro in Ricerca e Sviluppo, settore in cui lavorano 6.600 ricercatori. Michelin esegue 75.000 test con i consumatori in tutto il mondo e monitora circa 11.000 clienti.

Oggi, Michelin sperimenta una nuova fase di sviluppo, realizzando un inedito e grande laboratorio di ricerca sugli utilizzi stradali per studiare le condizioni e le abitudini di guida degli automobilisti, grazie a strumenti di misurazione che utilizzano le ultime tecnologie, e che saranno installati su 2.800 veicoli in tutta Europa. Lo studio, che durerà tre anni, raccoglierà in tempo reale dati specifici, quali numero di chilometri, velocità, tipo e condizioni stradali, monitorando ogni momento, dall’accelerazione alla frenata. L’analisi dei dati permetterà a Michelin di comprendere meglio le reali abitudini di guida in modo da sviluppare tecnologie sempre più specifiche ed efficaci e per rispondere precisamente ai bisogni dei consumatori.

Michelin presenta inoltre tre nuovi pneumatici, realizzati secondo i canoni della strategia Michelin Total Performance:

  • Michelin Alpin 5, il pneumatico invernale di ultima generazione
  • Michelin Latitude Sport 3, pneumatico ad alte prestazioni omologato per SUV come Porsche Macan, Porsche Cayenne, BMW X5
  • Michelin Tall & Narrow, pneumatico dalle insolite dimensioni, ad alta efficienza energetica, che equipaggerà il prototipo Renault EOLAB
Il prototipo Eolab
Il prototipo Eolab

Nella stessa occasione, Michelin svela anche, per la prima volta in Europa, la tecnologia Michelin EverGrip. Presentata lo scorso gennaio negli Stati Uniti, Michelin EverGrip Technology permette alla scultura del pneumatico di rigenerarsi. Questa tecnologia contribuisce alla sicurezza, fornendo aderenza ottimale su strade bagnate, anche quando lo pneumatico è usurato. Oggi, è integrata nello pneumatico Michelin Premier A/S destinato al mercato americano. Michelin EverGrip Technology potrà essere adattata in funzione delle specifiche tipologie di utilizzo in altri Paesi. Caratteristiche tecniche di Michelin EverGrip:

  • Dei canali nascosti sotto la spalla del pneumatico appaiono progressivamente con l’usura dello stesso, che sembra così “autorigenerarsi”. Più di 150 altri canali evacuano l’acqua e contribuiscono a un’aderenza ottimale per tutta la vita del pneumatico.
  • Una mescola di gomma unica migliora l’aderenza, soprattutto sulle superfici bagnate.
  • I canali per l’evacuazione dell’acqua si allargano con il tempo. Nella maggior parte dei pneumatici, con il progredire dell’usura, meno profondi diventano i canali, meno efficace è l’evacuazione dell’acqua. Michelin EverGrip technology capovolge la situazione. I canali si allargano a mano a mano che il pneumatico si usura: così, la quantità d’acqua evacuata resta costante anche se la profondità dei canali diminuisce.

 

A Parigi, infine, Michelin offre una panoramica della storia dell’automobile attraverso le innovazioni del pneumatico. Un nuovo capitolo si è aperto lo scorso mese in Cina, quando si è dato il via al Campionato FIA di Formula E per monoposto elettriche, tutte equipaggiate con pneumatici Michelin altamente innovativi.

 

Comments

comments

made by nodopiano