Mercato

Nokian: numeri in calo nel secondo trimestre 2014

Nel secondo trimestre 2014, le vendite nette del Gruppo Nokian Tyres sono diminuite dell’11,8% a 369,5 milioni di euro (419,1 milioni di euro nello stesso trimestre del 2013). L’utile operativo è stato di 90,7 milioni di euro (nel 2013 120,2 milioni). L’utile netto del periodo è pari a 66,1 milioni di euro (85,6 milioni nel 2013). L’utile per azione è pari a 0,50 euro (0,65 euro nel 2013).

Considerando il semestre invece, le vendite nette sono diminuite del 9,4% a 681,5 milioni di euro (752,2 milioni di euro nel primo semestre 2013). Le variazioni dei tassi di valuta hanno abbattuto le vendite nette di 51,2 milioni di euro rispetto ai tassi nel corrispondente periodo del 2013. L’utile operativo è stato di 159,1 milioni di euro (196,6 milioni nel 2013). L’utile del periodo ammonta a 104,8 milioni di euro (149,2 nel 2013). L’utile per azione è pari a euro 0,79 (euro 1,13 nel 2013).

La domanda del mercato di sostituzione di pneumatici per autovetture dovrebbe continuare a mostrare segni di crescita nei paesi nordici, nell’Europa centrale e nel Nord America durante il secondo semestre 2014. In Russia e nei paesi CSI l’incertezza globale, la crisi dell’Ucraina, e la svalutazione delle monete ha chiaramente danneggiato le economie, indebolendo così la crescita del PIL, le vendite di auto nuove e la domanda di pneumatici. La domanda di pneumatici industriali pesanti si sta riprendendo per quel che riguarda i prodotti core di Nokian, ed è prevista continuare a crescere. L’ambiente dei prezzi per il 2014 rimane stretto per tutte le categorie di pneumatici.

Nel 2014, il volume delle vendite e la posizione di mercato di Nokian Tyres sono previsti in crescita nei paesi nordici, nell’Europa centrale e nel Nord America. In Russia e nei paesi CIS invece si prevede un declino del volume delle vendite. Nokian continua ad avere vantaggi competitivi nell’avere la produzione in Russia: della produzione russa il 55% viene esportato e il margine tra i costi di produzione in rubli e le vendite all’esportazione in Euro è migliorata. Un calo dei costi delle materie prime produrrà un risparmio stimato in 50 milioni di euro per l’intero anno 2014, supportando così la redditività. Tuttavia, questo non sarà sufficiente a compensare integralmente le condizioni di mercato più deboli in Russia e nei paesi CIS nel 2014.

Kim Gran, Presidente e CEO, afferma: “Nokian Tyres ha fatto buoni risultati in tutti i mercati, in relazione alle condizioni di mercato. Abbiamo registrato una crescita sana nei paesi nordici, nell’Europa Centrale e nel Nord America, dove le vendite, la redditività e le quote di mercato sono migliorate. I mercati in Russia e paesi CIS, d’altra parte, si sono rivelati più difficili di quanto stimato a causa della crescente crisi Russia/Ucraina, alle svalutazioni e alle economie lente, con un netto calo del valore delle vendite. Le Riduzioni dei costi di produzione, delle materie prime, una maggiore produttività e un buon sviluppo in Occidente non sono stati sufficienti a compensare i risultati negativi in Russia e CIS. Nonostante il valore di vendita più basso e i margini ridotti abbiamo mantenuto un ragionevole buon livello di redditività e di miglioramento del flusso di cassa. L’azienda ha un bilancio solido, che insieme alle riserve di capacità ci dà una buona piattaforma per sviluppare ulteriormente il nostro business e presentare flussi di cassa sani. L’azienda è proiettata a sviluppare il mercato locale nelle sue principali aree, nel 2014 e nel futuro. Nonostante i recenti sviluppi negativi rimaniamo fiduciosi che anche la Russia, come la storia ci ha insegnato, riprenderà a crescere a tempo debito. Dal momento che il recupero può richiedere un po’ di tempo, quest’anno abbiamo preso decisioni importanti per massimizzare le nostre vendite e difendere la nostra posizione nel mercato russo.”

I risultati completi sono disponibili alla nostra pagina aziende

Comments

comments

made by nodopiano