Motorsport

Jerez, dati sulle gomme poco indicativi

La nuova era della Formula Uno ha preso il via con i quattro giorni di test a Jerez, a cui seguiranno altre due sessioni in Bahrain il mese prossimo. Sul circuito spagnolo le squadre hanno provato per la prima volta le loro monoposto con le nuove gomme 2014. I team hanno dovuto affrontare numerose rivoluzioni tecniche, e questo ha ridotto il numero di giri in pista e limitato il lavoro sulle gomme. Tuttavia, le squadre hanno avuto un primo assaggio della gamma di pneumatici Pirelli 2014, caratterizzata da nuove mescole e nuove costruzioni.

La pioggia caduta il secondo giorno ha dato ai team anche l’opportunità di provare le gomme da bagnato, Cinturato full wet e Cinturato Intermediate.

In aggiunta, Pirelli ha messo a disposizione una speciale versione ‘invernale’ della mescola hard, particolarmente indicata per offrire prestazioni ottimali anche nelle basse temperature di Jerez, scese fino a sei gradi centigradi .

Paul Hembery, direttore Motorsport Pirelli ha detto: “L’attenzione di questi test non è stata focalizzata sulle gomme: le squadre hanno cercato semplicemente di familiarizzare con i molti cambiamenti tecnici, dall’introduzione delle nuove power unit alle nuove regole aerodinamiche, e di conoscere di più le loro monoposto. Dai prossimi test in Bahrain probabilmente si concentreranno di più sulle gomme, dopo due settimane passate a sviluppare le monoposto e a rimediare ad eventuali problemi emersi a Jerez. Anche noi siamo completamente aperti, flessibili e pronti ad adattare i nostri pneumatici dopo i risultati, più significativi, dei test in Bahrain. Quest’anno i regolamenti hanno previsto una giornata dedicata completamente ai test su bagnato, che si sono svolti mercoledì mattina. Altra pioggia è caduta anche venerdì, consentendo ai team di provare ancora le gomme da bagnato”.

Notizie dai test:

Il primo giorno di test, martedì, è stato molto tranquillo, con soli 93 giri completati da otto piloti. Negli altri giorni, i team hanno effettuato via via più giri. L’ultimo giorno è stato il più movimentato, con 688 giri completati. Le squadre hanno avuto a disposizione un massimo di 25 set di pneumatici ciascuno. 18 di questi set sono stati selezionati da Pirelli (sei ‘winter’, quattro hard, due medie, tre intermedie e tre full wet). Alle squadre è stato poi consentito di scegliere in anticipo altri sette treni di gomme, fino ad un massimo di 25. In totale, ciascun team ha a disposizione a scopo di test 135 set di pneumatici per tutto il 2014.

A causa del numero importante di variabili inedite, non si è registrata nessuna differenza significativa di tempo tra le diverse mescole. Dati più indicativi emergeranno dai test in Bahrain, dove sono attese tutte le squadre. Di seguito, le prime 3 posizioni per ogni giorno di test.

Giorno 1

1. Kimi Raikkonen (Ferrari)         1’27’’104s Winter Nuova

2. Lewis Hamilton (Mercedes)  1’27’’820s Winter Usata

3. Valtteri Bottas (Williams)        1’30’’082s Winter Usata

Giorno 2

1. Jenson Button (McLaren)       1’24.165s Medium Nuova

2. Kimi Raikkonen (Ferrari)         1’24’’812s Medium Usata

3. Valtteri Bottas (Williams)        1’25’’344s Winter Nuova

Giorno 3

1. Kevin Magnussen (McLaren)                1’23’’276s Medium Nuova

2. Felipe Massa (Williams)           1’23’’700s Hard Usata

3. Lewis Hamilton (Mercedes)  1’23’’952s Medium Nuova

Giorno 4

1. Felipe Massa (Williams)           1’28’’229s, Hard Nuova

2. Fernando Alonso (Ferrari)      1’29’’145s, Medium Usata

3. Daniel Juncadella (Force India)            1’29’’457s, Soft Nuova

Comments

comments

made by nodopiano