Mercato

Il controllo della catena tedesca ATU passa da KKR a Centerbridge Partners

La società di private equity Kohlberg Kravis Roberts (KKR) ha venduto la catena di officine ATU al primo obbligazionista Centerbridge Partners LP, socio d’investimento di Goldman Sachs. La decisione nasce dalla necessità di ristrutturazione finanziaria per ridurre il debito di ATU di oltre 600 milioni di euro e ricapitalizzare la società con un nuovo investimento di circa 100 milioni di euro. La transazione, che designerà Centerbridge  Partners socio di maggioranza, verrà finalizzata il prossimo gennaio.

ATU, fondata nel 1985 in Baviera, è leader nei servizi automotive in Germania e conta circa 650 officine in Germania, Austria, Repubblica Ceca, Olanda, Italia e Svizzera, con un fatturato totale attorno agli 1,16 miliardi di euro e 12.000 collaboratori.

Hans-Norbert Topp, amministratore delegato di ATU, ha così commentato: “Siamo molto lieti che tutti i principali investitori abbiano trovato un accordo sulla ristrutturazione finanziaria per ATU. Grazie al supporto dei creditori coinvolti e di KKR, siamo riusciti ad ottenere una significativa riduzione del debito. Inoltre il nuovo investimento rafforzerà con decisione le basi finanziarie dell’azienda e sosterrà la crescita di ATU. (…) Questa operazione rappresenterà l’inizio di un nuovo capitolo nella nostra storia aziendale.”

ATU si pone adesso l’obiettivo di ottimizzare ed espandere il proprio business per mantenere la posizione di leadre di mercato a lungo termine nonostante la competitività del mercato. Per raggiungere questo risultato sono previsiti diversi programmi, tra cui una piattaforma di commercio elettronico, la gestione delle flotte e la crescita del business dei vetri per le auto.

Comments

comments

made by nodopiano