Mercato

Trelleborg Wheels Systems, trimestre a +5,6%

Nella sua relazione trimestrale di aprile-giugno, Trelleborg registra un aumento del 5,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente nelle vendite della sua Wheels Systems Business Area, con ricavi netti pari a 129 milioni di euro nel corso del trimestre. Secondo il documento, le vendite di pneumatici agricoli sono state in linea con il 2012, mentre sono calate le vendite di pneumatici montati su veicoli per movimentazione dei materiali. Il risultato operativo è rimasto ad un livello simile all’anno precedente, con un leggero aumento del 3%, attestandosi a quota 15,9 milioni di euro. Il margine operativo è invece sceso dal 12,6 al 12,4%.

Le vendite nette nel secondo trimestre 2013 per tutto il gruppo Trelleborg, per quanto riguarda le operazioni continue, sono state pari a 657 milioni di euro, in aumento dello 0,3% rispetto al 2012. Le vendite nette in totale sono diminuite, nello stesso periodo, del 25,3%, ma il secondo trimestre 2012 comprendeva un fatturato netto di 1.921 milioni di corone svedesi da attività dismesse, prevalentemente da Trelleborg Automotive AVS, che ora fa parte di Trelleborg Vibracoustic. L’utile operativo del trimestre, escludendo le voci che influiscono sulla comparabilità, è aumentato del 3%, arrivando a 84,4 milioni di euro, pari a un margine operativo del 12,8% (contro il 12,5% di un anno prima), che rappresenta il margine più elevato del gruppo fino ad oggi.

“Trelleborg ha chiuso un altro trimestre in forte crescita – ha commentato Peter Nilsson, presidente e amministratore delegato della società – con un utile operativo e un margine operativo trimestrale che è il più alto fino ad oggi per noi. C’è stato un trend positivo delle vendite organiche, con una crescita del due per cento rispetto all’anno precedente, guidato da una leggera crescita in Europa (in particolare nel settore industriale) mentre è proseguita la buona crescita in Asia. Le prospettive di mercato rimangono incerte, tuttavia la nostra valutazione complessiva è che la domanda resterà pari al secondo trimestre 2013. Come in precedenza, stiamo seguendo da vicino gli sviluppi economici e manteniamo un alto livello di preparazione per affrontare le condizioni fluttuanti del mercato”.

Comments

comments

made by nodopiano