Mercato

L’anima ecologica di Kumho Tires

Una “Ghost Car”, macchina invisibile, ha ben rappresentato, nell’ultimo salone di Francoforte dell’auto, lo spirito con cui Kumho Tires affronta le sfide del futuro, legate soprattutto all’ecologia e alla mobilità elettrica. L’auto fantasma – ad eccezione delle gomme che erano invece ben visibili – esposta nello stand del produttore coreano, con delle modelle che sembravano guidare sospese nell’aria, è stata oggetto d’attrazione per numerosi visitatori. Obiettivo dell’idea originale era dimostrare l’impegno di Kumho per realizzare prodotti capaci di offrire contemporaneamente performance e rispetto per l’ambiente. A Francoforte, in uno stand dal tema “Future comes as standard”, Kumho ha infatti esposto 11 prodotti, tra cui l’Ecowing KH19, un pneumatico eco-friendly ottimizzato proprio per le regioni europee.

Dal primo di luglio di quest’anno inoltre è entrato in vigore il cosiddetto Free Trade Agreement (FTA) tra UE e Corea del Sud, che ha consentito l’eliminazione dei dazi doganali su molti prodotti, rendendo gli scambi commerciali più semplici e i pneumatici coreani più appetibili per i partner europei, case automobilistiche e non.

“Il salone di Francoforte di quest’anno è stato il primo importante evento automobilistico europeo da quanto è entrato in vigore il Free Trade Agreement tra UE e Corea”, ha dichiarato Byun Young-Nam, Direttore di Kumho Tires Europe. “Poiché stiamo andando incontro alle nuove regole europee di etichettatura dei pneumatici e alla rimozione delle tariffe, l’IAA di Francoforte è stato un fondamentale test di prova per verificare come i produttori di auto e gomme coreani riusciranno a fare breccia sul mercato europeo”.

La sfida è iniziata e le condizioni sembrano esserci tutte. Per il prossimo futuro Byun non ha dubbi: “Kumho, nel pieno rispetto delle stringenti normative ambientali europee,  aumenterà sicuramente la sua quota di mercato in Europa”.

 

Comments

comments

made by nodopiano