Mercato

USA, Cina e yen forte portano Yokohama a +17,9 nel primo semestre

La giapponese Yokohama Rubber ha concluso, al 30 di settembre, il primo semestre dell’anno fiscale 2011, che terminerà a fine marzo del prossimo anno. Rispetto al periodo aprile-settembre del 2009 le vendite, con 238,2 miliardi di yen, pari a 2,092 miliardi di euro, sono cresciute del 17,9%. L’incremento è stato maggiore nel primo trimestre che nel secondo, che ha avuto un incremento del 13,1%, rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, con 120,86 miliardi di Yen (1,061 miliardi di euro). I pneumatici, che contribuiscono per gran parte al volume d’affari (72%) della società, hanno registrato un incremento del fatturato del 18,5% nel primo semestre rispetto al precedente anno fiscale, con 184,9 miliardi di yen, pari a 1,623 miliardi di euro e un reddito operativo di 6,1 miliardi di yen (53.6 milioni di euro) rispetto al deficit di 2,5 miliardi di yen del primo semestre 2009. La crescita è stata determinata dalle vendite particolarmente forti negli Stati Uniti e in Cina e dall’apprezzamento dello yen, che ha più che compensato gli aumenti delle materie prime. Anche il mercato interno giapponese, sia nel segmento equipaggiamento originale che nel ricambio, ha avuto buoni risultati.

Yokohama prevede un incremento del fatturato netto alla fine dell’anno fiscale dell’11,5% con 520 miliardi di yen, un reddito operativo di 25,5 miliardi di yen (+18,9%) e un reddito netto di 11,5 miliardi di yen (+0,1%). Proiezioni decisamente migliori, nell’ordine del 40%, rispetto a quanto previsto da Yokohama alla fine dell’anno fiscale 2010.

 La relazione semestrale di Yokohama è disponibile nella sezione Numeri & Fatti

Comments

comments

made by nodopiano