Dischi freno ATE già pronti per la certificazione

20 settembre 2016 | 0 Commenti
 
Dischi freno ATE già pronti per la certificazione
Dischi freno ATE già pronti per la certificazione

I nuovi standard di qualità europei ECE R90 per i dischi freno entreranno in vigore a novembre 2016, tuttavia il 90% dei dischi freno di ATE, marchio del gruppo Continental, è già conforme ai requisiti che verranno imposti dalla nuova normativa.

Continental prevede di incrementare ulteriormente la percentuale nel corso del 2017 per essere una delle prime aziende ad offrire una vasta gamma di dischi freno certificati secondo le norme ECE.

Qualità certificata anche sul campo: da anni ATE svolge sui propri prodotti numerosi e approfonditi test condotti da tecnici indipendenti, che hanno decretato la conformità alle prescrizioni ECE sia per funzionalità che per sicurezza. I test comprendono 150 frenate successive per portare il veicolo dalla massima velocità a 20 Km/h: viene poi verificata la resistenza alla frattura del disco con un dinamometro inerziale.

Il regolamento ECE innalzerà gli standard qualitativi nell’aftermarket, in quanto i componenti di ricambio dovranno offrire le stesse caratteristiche di quelli di primo equipaggiamento OES.

La norma ECE R90 è applicata alle pastiglie freno sin dal 1999, ma dal novembre 2016 entrerà in vigore anche per i dischi freno dei veicoli di nuova immatricolazione e l’estensione del regolamento avrà requisiti ancor più stringenti. Chi acquisterà ricambi frenanti presenti nell’aftermarket indipendente avrà così la certezza di acquistare materiali realizzati secondo gli standard di qualità OE. La certificazione ECE R90 andrà anche a sostituire totalmente il General Operating Permit for vehicle spare parts (Permesso di utilizzo generale di parti di ricambio) senza più l’obbligo per i conducenti di tenerne una copia a bordo auto.

Continental appoggia pienamente la Commissione Economica delle Nazioni Unite per L’Europa per tutte queste nuove normative.

Tag: , , ,

Categoria: Meccanica leggera, Mercato, Notizie, Notizie prodotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *