I pneumatici semi-slick? Adatti solo per la pista o per il “casa-tracciato”

26 agosto 2016 | 2 Commenti
 
I pneumatici semi-slick? Adatti solo per la pista o per il “casa-tracciato”
I pneumatici semi-slick? Adatti solo per la pista o per il “casa-tracciato”

I pneumatici semi-slick non sono adatti per l’uso stradale giornaliero. Questo è quanto afferma il team che ha realizzato un test comparativo pubblicato dalla rivista svizzera Auto Illustrierte, in collaborazione con gli specialisti del TÜV Süd. Nella prova, realizzata sul circuito Goodyear di Mireval, in Francia, sono stati testati pneumatici standard, ultra high-performance e semi-slick ed è emerso che, come era facile immaginare, nella frenata sul bagnato i pneumatici meno scolpiti sono i più “lunghi”.

“I pneumatici semi-slick non sono adatti per il traffico normale, dal momento che l’umidità può annidarsi ovunque sulla strada”, commenta Thomas Salzinger, capo del test team del TÜV Süd. Alle affermazioni si aggiungono i dati registrati da Auto Illustrierte: nel test di frenata su bagnato da 80 a 20 km/h, i pneumatici standard e UHP si sono comportati significativamente meglio del pneumatico “da corsa”. Il veicolo del test, una Opel Astra turbo da 200 cavalli, è arrivata a 20 km/h dopo aver percorso 26 metri quando era equipaggiata con pneumatici convenzionali, mentre con le semi-slick viaggiava ancora a 34 km/h quando ha raggiunto questa distanza; il pneumatico semi-slick ha coperto 31,6 metri prima di riuscire a ridurre la velocità a 20 km/h. Anche il test del grip in curva sul bagnato, misurato sul classico anello circolare, ha evidenziato le scarse prestazioni dei pneumatici semi-slick sul bagnato.

Il TÜV SÜD rileva che, come previsto, il pneumatico semi-slick mostra la sua forza sulle superfici stradali asciutte: frenando da 100 chilometri all’ora a zero, la vettura equipaggiata con i pneumatici meno intagliati si ferma ben 4 metri prima rispetto a quando monta gomme standard: 32,5 metri rispetto a 36,5. Un risultato impressionante, ma Thomas Salzinger non raccomanda le semi-slick al posto di una gomma sportiva stradale: “Molti appassionati pensano di poter montare un pneumatico semi-slick, essendo il massimo del consentito per l’utilizzo stradale. Questo è un ragionamento sbagliato, perchè nonostante l’eccezionale prova di forza mostrata dai pneumatici semi-slick sulle strade asciutte, si possono incontrare sezioni bagnate e sporche ogni momento. Temporali, rovesci improvvisi e cambiamenti repentini di temperatura e umidità possono improvvisamente e inaspettatamente alterare lo stato della strada in estate. Queste situazioni possono mettere i conducenti di vetture equipaggiate con gomme semi-slick in una situazione pericolosa. A mio parere, queste gomme, anche se certificate per l’utilizzo stradale, appartengono alla pista, dove i loro vantaggi possono essere pienamente sfruttati. Possono essere utilizzate per il breve percorso dal garage di casa alla pista, ma non dovrebbero essere usate nel normale traffico pubblico di tutti i giorni.”

Secondo il TÜV Süd, le gomme che Auto Illustrierte ha testato sono state le semi-slick Dunlop Direzza 03 G, il pneumatico UHP Dunlop Sportmaxx RT2 e il Dunlop Blu-Response. Oltre alla frenata sul bagnato, su asciutto e alle prove sul tracciato circolare, la pubblicazione svizzera ha misurato il rumore interno alla vettura. Il test è stato effettuato con 30° C di temperatura dell’aria e 50⁰ dell’asfalto. I risultati dettagliati possono essere trovati sull’ultimo numero di Auto Illustrierte.

Commenti

commenti

Tag: , , , , , , , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie, Notizie prodotti, Vettura