Lavoro, lavoro e lavoro: i pneumatici ATG con più di 6.000 ore di operazioni su un escavatore da 20 tonnellate

10 giugno 2016 | 0 Commenti
 
Lavoro, lavoro e lavoro: i pneumatici ATG con più di 6.000 ore di operazioni su un escavatore da 20 tonnellate
Lavoro, lavoro e lavoro: i pneumatici ATG con più di 6.000 ore di operazioni su un escavatore da 20 tonnellate

Ovunque siano costruite nuove strade o linee ferroviarie nella regione tra Anversa e Bruxelles, Luc Bosch e il suo team sono coinvolti. L’imprenditore edile di Oelegem (Belgio) si è specializzato in lavori preparatori per la costruzione di strade e linee ferroviarie ed è quindi considerato un esperto del settore. I suoi macchinari devono essere pronti ad affrontare richieste impegnative, ambienti difficili, superfici dure, crinali ripidi e carichi pesanti. I pneumatici sono messi a dura prova: ogni centimetro percorso può essere fatale, con il rischio di foratura dietro l’angolo.

Inoltre, vi sono condizioni operative variabili in relazione allo stato dei terreni. “I periodi di inattività dovuti alle forature determinano rapide e considerevoli perdite economiche”, riferisce Luc Bosch sulla base delle proprie esperienze. “Nella maggior parte dei casi, il danno ai pneumatici si verifica su terreni difficili. Di conseguenza, vi sono lunghi periodi di inattività per la macchina dovuti alle necessarie operazioni di montaggio e al tempo necessario per andare e tornare dall’autofficina e vi sono i conseguenti costi correlati alla riparazione. In passato, i pneumatici di serie per i camion e successivamente quelli ricostruiti provocavano questo tipo di problema. Ogni settimana avevamo forature di tutti i tipi, sia scoppi che danni alle carcasse”, ricorda Bart Schollaert, operatore di un Dossan DX 190 W, un escavatore della classe da 19,2 tonnellate.

Pneumatici innovativi per lavori impegnativi

csm_CustomerReport_LucBosch_3_7cc7f0d907Insieme a Jeroen Reedijk, field engineer di ATG, Luc Bosch e il suo team hanno cominciato a cercare una soluzione adatta. Alla fine, è stata presa la decisione di testare l’Alliance Dual Master 506 nelle dimensioni 315/80R22.5.

“Il Dual Master 506 è una soluzione ideale per gli escavatori con configurazione a ruote doppie. Da un lato, questo pneumatico si distingue per le sue prestazioni ottimali in tutte le condizioni operative, ossia scarsa usura e consumo di carburante, ma ottima trazione ed elevato comfort durante i viaggi su strada. Tuttavia, il vero punto forte è l’affidabilità dello pneumatico grazie alla sua massima resistenza alle forature”, ha commentato Jeroen Reedijk.

Design speciale dei pneumatici per una maggiore sicurezza

La speciale costruzione del fianco permette un contatto ravvicinato tra i due pneumatici e previene quindi la penetrazione delle pietre tra i pneumatici gemelli, senza la necessità di montare un anello di gomma speciale tra i pneumatici di ciascuna coppia. La struttura radiale consente di prolungare la vita del battistrada e la solida carcassa interamente in acciaio offre una protezione ottimale contro le forature.

Operazione continua

“A posteriori, scegliere il Dual Master 506 è stata una decisione molto remunerativa”, confermano sia Luc Busch sia Bart Schollaert. “Il Dual Master ci ha fatto risparmiare molto lavoro e denaro, perché è in operazione continua e ottimale sul Doosan DX 190 W da più di 6.000 ore.”

Sulla base di queste buone esperienze, Luc Bosch ha anche deciso di usare questi pneumatici su un Volvo EW-1803. E ancora una volta, il Dual Master ha dimostrato la sua eccellenza.

Vantaggi molteplici

csm_CustomerReport_LucBosch_4_202eacad31“Nelle operazioni pratiche, non apprezziamo solo la resistenza alle forature, la stabilità e l’affidabilità di questo pneumatico. In particolare, il nostro Doosan DX 190 W opera spesso con carichi molto pesanti, per esempio quando posiziona gli spartitraffico centrali nelle autostrade. Durante queste operazioni, sezioni di cemento prefabbricato che arrivano a un peso di dieci tonnellate sono attaccate e spostate con la benna. Il Dual Master dimostra di essere il concetto ottimale di pneumatico per queste operazioni. La capacità di trasportare carichi pesanti e la stabilità della carcassa offrono ulteriore sicurezza”, commenta Bart Schollaert.

“La ragione alla base del successo del Dual Master è sicuramente il fatto che il pneumatico è stato progettato specificatamente per l’impiego sugli escavatori. Le soluzioni ricostruite con caratteristiche paragonabili arrivano prevalentemente da operazioni sui camion e quindi non soddisfano i requisiti necessari”, afferma Bart Schollaert.

Il suo datore di lavoro ha aggiunto: “Anche se i pneumatici ricostruiti sono meno costosi da acquistare, questo investimento viene ampiamente recuperato, perché in aggiunta a una maggiore sicurezza durante le operazioni e a minori forature, anche il ciclo di vita prolungato dello pneumatico parla chiaramente a favore del Dual Master. I nostri pneumatici hanno già raggiunto una durata di più di 6.000 ore e prevediamo di aggiungere altre 1.000 ore.”

Commenti

commenti

Tag: , ,

Categoria: Mercato, Notizie, Notizie prodotti, OTR