Kronprinz, in uscita il nuovo catalogo di ruote omologate ECE

24 giugno 2015 | 0 Commenti
 
Velocità di sviluppo, ruote identiche all’equipaggiamento originale e processi innovativi alla base del successo dell’azienda
Velocità di sviluppo, ruote identiche all’equipaggiamento originale e processi innovativi alla base del successo dell’azienda

Kronprinz, una delle aziende europee leader nella produzione di ruote in acciaio identiche alle originali, ha annunciato che a breve, tutte le ruote prodotte verranno commercializzate nel pieno rispetto dello standard ECE, come richiesto dal decreto in vigore. I dettagli verranno illustrati a breve con l’uscita del nuovo catalogo 2015/2016 che verrà lanciato ad agosto.

A comunicarlo è il partner strategico italiano Russo Ricambi, che spiega: “E’ un momento di cambiamento per il mercato italiano dei cerchi e regna ancora un po’ di confusione. La realtà è che anche la deroga concessa dal Ministero terminerà il 30 settembre e, a partire da ottobre, non sarà più possibile montare ruote prive dell’omologazione europea ECE o italiana NAD”.

Anche prima dell’entrata in vigore del decreto legge italiano 20/2013, Kronprinz aveva tutte le ruote omologate con KBA sin dal 1998, ossia con uno standard più rigido di quello europeo ECE 124. La soluzione è stata quindi semplice per Kronprinz che ha adottato altissimi standard qualitativi ormai da molti anni.

“Il vantaggio di utilizzare una ruota ECE anziché una NAD (omologazione del Ministero italiano) – spiega Matteo Russo, amministratore di Russo Ricambi – è che non è necessario fare ulteriori pratiche con la motorizzazione, né l’autocertificazione del montaggio a regola d’arte previsto dall’omologazione NAD per le ruote speciali. Questo perchè le ruote in acciaio Kronprinz per il ricambio sono identiche a quelle che si trovano in concessionaria”.

Dunque tutte le ruote del catalogo 2015/2016 Kronprinz in uscita a breve avranno la marcatura ECE, che certifica il rispetto degli standard di sicurezza previsti dalla direttiva comunitaria. I requisiti, del resto, erano già insiti nei prodotti anche prima, ci tiene a sottolineare l’azienda: “L’omologazione europea non ha comportato nessuna modifica ai modelli esistenti, che erano già provvisti di tutte le omologazioni TÜV e KBA ottenute grazie ai più severi test alle quali sono state sottoposte”.

In particolare, l’azienda definisce le ruote aftermarket“identiche all’originale” in base ai seguenti parametri:

    • Rispetto degli standard imposti dal costruttore
    • Marcatura e tracciabilità del cerchio
    • Sede per il fissaggio delle viti e dei dadi originali
    • Fori di raffreddamento ampi e nella posizione per ottimizzare il raffreddamento dell’impianto frenante
    • Qualità di acciaio identica all’originale
    • Nessuna interferenza e massima compatibilità con l’impianto frenante ed altre parti del telaio
    • Stesso indice di carico della ruota originale
    • Foro valvola studiato per ospitare il sensore TPMS
    • Il copricerchio originale può essere montato senza alcun problema.

“Rappresentiamo in Italia un marchio importante, – conclude Russo – perché Kronprinz è uno dei principali produttori europei di ruote. Per questo, abbiamo formalmente richiesto ad Assoruote di farne parte, con l’obiettivo comune di portare avanti l’importante battaglia contro la contraffazione e la vendita di ruote non omologate. Combattiamo anche contro tutti coloro che commercializzano ruote omologate, nonostante abbiano ricevuto un omologazione dubbia non in regola con le leggi europee vigenti”.

Commenti

commenti

Tag: , , , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie, Notizie prodotti, Ruote