Motorsport

La nuova costruzione delle gomme Pirelli contribuisce alla riduzione dei tempi sul giro

L’analisi dei dati del Gran Premio d’Australia ha dimostrato che le vetture sono state circa due secondi al giro più veloci durante ogni sessione rispetto al 2014, una tendenza destinata a continuare per tutto il resto della stagione.

Al Gran Premio di Melbourne dell’anno scorso, che si è svolto in condizioni di gara simili, il miglior tempo del weekend è stato 1.29,375 (in FP3, con mescola soft): tempo raggiunto già nella FP1 con tutte le vetture in pista.

Il miglior tempo del weekend di quest’anno è stato 1.26,327 (in qualifica con mescola soft): ben tre secondi più veloce del 2014, quando il miglior tempo del weekend venne realizzato in FP3 (nel corso delle qualifiche l’asfalto era bagnato).

Il giro più veloce in gara quest’anno è stato 1.30,945, realizzato da Lewis Hamilton, con gomme medium. Questo è stato di 1,5 secondi più veloce del giro più veloce dello scorso anno (1.32,478) segnato da Nico Rosberg con gomme soft.

Poiché il gap tra soft e medium in Australia è stato di circa 1,4 secondi, risulta evidente l’aumento di performance raggiunto grazie all’ultima evoluzione di motori e anche alla nuova costruzione degli pneumatici.

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato: “Queste cifre sottolineano quello che ci aspettavamo di vedere dopo i test pre-campionato: una significativa riduzione dei tempi sul giro, con vetture che miglioreranno ulteriormente nel corso dell’anno. Ci attendiamo anche nuovi record sul giro su alcuni circuiti. Con questo in mente, abbiamo introdotto evoluzioni alla struttura di tutti i nostri pneumatici posteriori, perché siano in grado di sopportare il maggiore sforzo derivante dall’aumento delle prestazioni delle vetture.”

2014 GIRO PIU’ VELOCE PER SESSIONE

2015

FP1 01:31,840 MEDIUM 01:29,557 MEDIUM
FP2 01:29,625 SOFT 01:27,697 SOFT
FP3 01:29,375 SOFT 01:27,867 SOFT
Qualifiche 01:30,775 SOFT 01:26,327 SOFT
Gara 01:32,478 SOFT 01:30,945 MEDIUM

Comments

comments

made by nodopiano