Attrezzature

Da Beissbarth il nuovo il banco freni a rulli allargati BD 660

Un impianto frenante in ordine ed efficiente è la condizione essenziale per la sicurezza di marcia del veicolo. Proprio per questo, una corretta diagnosi, in officina, del sistema freni riveste grande importanza. Beissbarth – noto marchio del Gruppo Bosch che propone agli autoriparatori attrezzature di prova ad alta tecnologia sviluppate in sinergia con le case automobilistiche – ha ulteriormente ampliato la propria gamma di banchi prova freni a rulli. La novità si chiama BD 660, un banco già omologato MCTCNet 1 e già predisposto per essere utilizzato con l’avvento dell’MCTCNet 2 dai Centri di Revisione.

Rispetto al già noto banco Beissbarth STL 7000,  il nuovo BD 660 si distingue principalmente per la maggiore larghezza dei rulli di prova, che consentono la verifica di veicoli con le carreggiate più diverse. Per esempio i camper, caratterizzati da carreggiate posteriori “allargate” che difficilmente si riescono a testare sulla maggior parte dei banchi prova freni installati presso i Centri di Revisione.  Anche  il nuovo BD 660, vanta la peculiarità di non richiedere necessariamente un armadio di comando (che a richiesta è comunque fornibile) in quanto tutta l’elettronica –miniaturizzata- è integrata all’interno del gruppo rulli.
L’installazione in officina del BD 660 è semplice, grazie alla possibilità di collegare il blocco rulli direttamente al PC dell’officina  o a un tablet PC Bosch della gamma DCU, con apposito kit USB.

L’uscita del mezzo dai rulli è molto facilitata, soprattutto nel caso di veicoli molto pesanti, sia dal dispositivo di freno elettromagnetico offerto dal nuovo BD 660, sia dal posizionamento rialzato dei rulli posteriori (+ 25 millimetri) rispetto a quelli anteriori.

Caratteristiche tecniche:
• Banco a rulli con telaio unico
• Modulo per l’impianto di comando motori
• Sistema di elaborazione dati con PC o Tablet Bosch DCU xxx (opzionale)
• Sistema di pesatura integrato nella struttura. Costituito da n. 4 celle di carico interposte tra gruppo rulli e staffe di supporto
• Freno blocco rulli meccanico montato sul motore elettrico
• Possibilità di utilizzare più misuratori dello sforzo sul pedale e a leva con trasmissione via cavo o in radiofrequenza
• Dimensioni:
Diametro rulli:  205 mm
Interasse rulli:  380 mm
Lunghezza rulli: 1000 mm
Distanza tra i bordi interni dei rulli: 800 mm
Distanza tra i bordi esterni dei rulli: 2800 mm

Particolarità tecniche:
• L’avviamento dei rulli avviene in modo automatico; l’avvio della procedura è tuttavia comandata dall’operatore
• L’arresto dei rulli è:
Automatico in caso di superamento della soglia di slittamento prefissata o dello sforzo massimo sul comando alla leva o pedale, oppure dopo circa 30 secondi  senza che nessuno degli eventi sopra citati sia intervenuto
Manuale, comandato da telecomando ad infrarossi gestito dall’operatore, quando non si raggiungano le condizioni di blocco automatico citate
• Accessori dedicati al BD 660 permettono di poter eseguire prove dell’impianto frenante, oltre che per i veicoli a 4 ruote, anche dei ciclomotori e motocicli a 2 ruote. Il software guida all’utilizzo della strumentazione in modo intuitivo e particolarmente efficiente.

Comments

comments

made by nodopiano