Guidare sul bagnato: i consigli di un esperto Michelin

9 aprile 2014 | 0 Commenti
 
Guidare sul bagnato: i consigli di un esperto Michelin
Guidare sul bagnato: i consigli di un esperto Michelin

Russell Shepherd, un ingegnere meccanico di Michelin North America, ha trascorso gli ultimi 15 anni guidando su quasi ogni tipo di strada in qualsiasi condizione immaginabile. Può essere considerato un luminare delle condizioni di asfalto umide.
“La maggior parte delle persone non si rende conto di quanto il bagnato influenzi la loro guida”, ha detto Shepherd. “Quando le strade si bagnano, ci vuole più tempo per fermarsi e più tempo per reagire, il che rende ancora più importante rispetto al normale prestare attenzione alla vostra auto e agli altri conducenti.”
In effetti, uno studio sostiene che negli Stati Uniti le probabilità di avere un incidente sono doppie se le strada sono bagnate, rispetto a quando sono asciutte. Con le stagione piovosa che si avvicina, cosa bisogna fare per guidare sul bagnato? Per Shepherd è molto importante, innanzitutto, controllare i propri pneumatici regolarmente, sia per quel che riguarda l’usura del battistrada che la pressione. Dopodichè, da cinque consigli per la guida:

1. Senti l’auto? – Prestare attenzione a come l’auto reagisce sotto la pioggia. Lo sterzo è più leggero rispetto al normale? L’auto scivola quando si frena o si sente l’ABS entrare in funzione? Se è così, i pneumatici potrebbero perdere grip e potrebbe verificarsi aquaplaning. È fondamentale rallentare e controllare i pneumatici il più presto possibile.
2. Perde Velocità? – Un altro sintomo dell’aquaplaning potrebbe essere una perdita involontaria di velocità. Se si sta spingendo l’acceleratore e non si accelera, o addirittura si rallenta mentre si preme l’acceleratore, probabilmente si sta perdendo trazione. E’ ora di togliere il piede dall’acceleratore e riprendere una velocità più lenta e sicura.
3. Cauti nella partenza – Non deve piovere a lungo per compromettere la trazione. Quando cade la prima pioggia, l’acqua può mescolarsi con l’olio e la polvere, creando una superficie liscia. E’ meglio rallentare non appena comincia a piovere.
4. Controllare l’intera gomma – Per controllare correttamente i pneumatici, girare il volante in modo da poter vedere l’intero pneumatico. Il battistrada potrebbe essere rovinato nella parte interna. Se si guarda un unico lato, non si potrebbe individuare il problema.
5. Budget per due – Se è possibile sostituire solo due pneumatici, sostituire le gomme più usurate e mettere quelle nuove sul retro. Sia che abbiate una trazione anteriore, un 4×4 o un’auto a trazione posteriore, le due ruote posteriori sono più critiche in caso di sbandamento.

Tag: , ,

Categoria: Mercato, Notizie, Uncategorized

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *