Michelin partner in un progetto di ricerca sul bio-butadiene

14 novembre 2013 | 0 Commenti
 
Michelin partner in un progetto di ricerca sul bio-butadiene
Michelin partner in un progetto di ricerca sul bio-butadiene

Tre aziende francesi, Michelin, Axens e IFP Energies Nouvelles (IFPEN), hanno annunciato un progetto di collaborazione per sviluppare e commercializzare un processo per la produzione di butadiene di origine biologica, detto bio-butadiene. Il nome della partnership è BioButterfly e, oltre a sviluppare il processo produttivo per questo innovativo materiale, prevede che i tre partner pongano le basi in Francia per una futura industria di gomma sintetica prodotta da fonti biologiche. Il progetto BioButterfly ha una copertura di 52 milioni di euro di budget distribuiti in 8 anni ed è stato scelto dall’Agenzia francese per lo sviluppo e la gestione dell’energia (ADEME) per un finanziamento di 14,7 milioni di euro, come parte di un programma di “Investimento sul Futuro”.

BioButterfly copre tutte le fasi di ricerca e sviluppo del processo, dai concetti scientifici, alla fase pilota, alla validazione industriale e sfrutta le competenze complementari dei tre partner. In particolare IFPEN condurrà la ricerca innovativa, Axens l’ingegnerizzazione e la commercializzazione delle nuove tecnologie per la trasformazione dei materiali rinnovabili e Michelin lo sviluppo di materiali innovativi che rendano possibile un maggior numero di prestazioni e caratteristiche in uno stesso pneumatico.

Le tre aziende dichiarano che si concentreranno principalmente su cinque sfide fondamentali: produrre bio-butadiene economicamente competitivo; ridurre l’impatto ambientale e in particolare le emissioni di carbonio nell’intera catena produttiva; produrre gomma sintetica ad alte prestazioni e adattare il processo all’uso di bio-butadiene; abbassare i costi di investimento; preparare la futura industria francese della gomma sintetica biologica.

“Questo progetto di ricerca con Axens e IFPEN è un’opportunità straordinaria per Michelin per trovare nuovi canali di approvvigionamento sostenibile di elastomeri, che sono essenziali per la qualità dei pneumatici,” ha affermato Terry Gettys, direttore R&D di Michelin. “Il progetto ci fornirà nuovi materiali eco-compatibili ad alte prestazioni.”

Il butadiene è un idrocarburo derivato da risorse fossili e viene utilizzato nella produzione della gomma sintetica. Circa il 60% della produzione mondiale di butadiene è destinata all’industria dei pneumatici.

Tag: , , , , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *