Mercato

Ecopneus, un protocollo per il prelievo straordinario di PFU

Ecopneus ha firmato con il Ministero dell’Ambiente e le autorità locali un protocollo operativo per operazioni di prelievo straordinario di PFU nei territori delle province di Napoli e Caserta. Il protocollo prevede il finanziamento di tale intervento da parte di alcuni produttori ed importatori di pneumatici soci di Ecopneus, che mettono a disposizione per tale scopo una somma di oltre 1,5 milioni di euro derivante dai propri avanzi di gestione maturati individualmente prima della adesione ad Ecopneus. I soci coinvolti sono: B.R. Pneumatici spa, Bersangomme srl, Devalle Gomme snc, Gexpo spa, GRG Pneumatici srl, Laneve pneumatici srl, Mecerdes-Benz Italia spa, Natale Illario, Parise Gomme snc, Pneus Sette srl, Pneusmarket spa, Pneusmarket Alpina spa, Ponente Gomme, R.G.S. pneumatici srl , Rossi Lamberto srl, Solideal Italia spa, Trelleborg W.S.I spa, Union Pneus Italia srl, Univergomme spa, Apollo Vredestein Italia spa, Zuin spa.

Le attività, che si svilupperanno in un arco temporale di 12 mesi, saranno gestite da Ecopneus, che con la firma del protocollo si impegna, per la propria area di competenza:

a far prelevare gratuitamente le quantità di PFU presso i centri concordati con i Comuni e ad assicurarne la gestione nel rispetto della normativa vigente.
A mettere a disposizione delle amministrazioni comunali il polverino ottenuto dal recupero dei PFU, da utilizzare per la realizzazione di una pista ciclabile.
A mettere in campo adeguate attività di informazione e sensibilizzazione sull’importanza della regolarità fiscale al momento dell’acquisto dei pneumatici come strumento per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei PFU.

Il protocollo prevede la partecipazione attiva del prefetto, incaricato dal Ministero dell’Interno per il fenomeno degli incendi dolosi in Campania, oltre a quello delle prefetture e delle amministrazioni comunali, che si dovranno impegnare a rintracciare i Pneumatici Fuori Uso abbandonati e a conferirli agli operatori del sistema Ecopneus. L’andamento delle attività verrà sorvegliato per la durata del Protocollo da un Comitato di vigilanza, costituito dai rappresentanti del Ministro dell’Ambiente, del Ministro dell’Interno, delle Prefetture di Napoli e di Caserta, dei Comuni di Napoli e di Caserta e di Ecopneus. Nessun aggravio di costo sarà richiesto ai consumatori che acquistano pneumatici nuovi, né alle Amministrazioni Pubbliche, ed inoltre Ecopneus garantirà regolarmente l’ordinaria raccolta quotidiana presso gli oltre 2000 gommisti serviti in Campania.

Comments

comments

made by nodopiano