Notizie prodotti

La collaborazione di Michelin con le case automobilistiche

Michelin collabora da diversi decenni con i marchi delle più prestigiose case automobilistiche del mondo per progettare vetture eccezionali dalle prestazioni ineguagliabili. Dopo il pneumatico Michelin Pilot SX MXX3, presente in primo equipaggiamento su McLaren F1, Bugatti EB 110, Dodge Viper, Porsche 911 e Ferrari F550 nel 1990, dopo il Michelin Pilot Sport, dotazione emblematica di Pagani Zonda, Ferrari 360 Modena e Maserati Quattroporte nel 1997, e dopo il Michelin Pilot Sport PS2, primo pneumatico della storia ad associare due diversi tipi di mescole nel battistrada e commercializzato nel 2003, il Michelin Pilot Super Sport supera un nuovo traguardo.

Gli insegnamenti e le tecnologie derivati dalle competizioni, in questo caso, sono stati decisivi per soddisfare le esigenze dei vari costruttori. Se questi ultimi hanno una propria filosofia e una propria interpretazione delle alte prestazioni, tutti concordano almeno su un punto: il pneumatico che andranno a omologare deve rivelare e amplificare le caratteristiche dell’automobile che equipaggia, e deve permettere un uso quotidiano e in circuito in assoluta sicurezza. Per questo il nuovo Michelin Pilot Super Sport è il pneumatico che è stato sviluppato con gli ingegneri di Porsche, BMW M e Ferrari. Si è visto anche attribuire il premio Ferrari Technology Award 2010. E’ già stato omologato1 da Ferrari (sui suoi modelli 458 Italia e 599 GTO) e da Alpina (sul suo modello B5).

Per raggiungere i massimi livelli di sicurezza, Michelin ha semplicemente applicato gli stessi margini di sicurezza adottati… nell’aeronautica civile. Infatti, il pneumatico Michelin Pilot Super Sport ha percorso 50.000 km in condizioni estreme, sostenendo dei picchi di carico due volte superiori a quelli che dovrà sostenere in un veicolo.

Per ogni partenariato tecnico attuato con un costruttore automobilistico, il pneumatico Michelin Super Sport ha dovuto percorrere più di 10.000 km in pista ai limiti dell’aderenza. In totale, sono stati percorsi più di 100.000 km sui circuiti più impegnativi del mondo.

Le fasi di sviluppo comune con i costruttori automobilistici corrispondono, per il Michelin Pilot Sport, a 1.000 ore di test effettuati a più di 300 km/h. Questo tempo di percorrenza cumulato ha permesso di convalidare la durata del pneumatico alle alte velocità.

I test di guida più impegnativi sono stati condotti in Francia, Germania, Italia, Stati Uniti, Giappone, Tailandia su circuiti prestigiosi (Fiorano, Motegi, Estoril, Magny-Cours, Nardò, Charade, Nürbürgring). Questi test hanno permesso di ottimizzare l’offerta per essere in grado di fornire una soluzione adeguata nelle diverse categorie di veicoli sotto elencate:

– Super Car di serie (Porsche Carrera GT, Koenigsegg Agera) o modelli preparati (Ruf CT3).

– Luxury Super Sport di serie (Porsche 997, Ferrari 458 Italia) o modelli preparati (Audi R8 MTM).

– Super Sport di serie (BMW M3, Subaru WRX STi) o modelli preparati (Nissan GT-R Novidem)

Comments

comments

made by nodopiano