Mercato

I distributori italiani festeggiano il 60° anniversario di Kenda

Un’azienda taiwanese a conduzione familiare, un unico brand di pneumatici, un rapporto con i clienti ricco sul piano umano. È tutto questo Kenda ed è questo lo stile del suo titolare Jimmy Yang, che tanto è stimato e benvoluto dai suoi distributori italiani Pneus in, Zuin Gomme, Palmeri Pneumatici, Pneutec, PR sud e Piùgomme Distribuzioni.

Nel 2022 Kenda festeggia i 60 anni e avrebbe voluto festeggiarli anche in Italia ad Autopromotec, se il rischio di trovarsi bloccati in quarantena non avesse frenato il titolare e i manager taiwanesi. Ci hanno però pensato i distributori a presidiare lo stand di Bologna con entusiasmo e voglia di ritrovarsi, dopo due anni di pausa.

“Kenda tra Bologna e Colonia ha deciso di esporre a Bologna, perché l’Italia per fatturato è ancora la punta di diamante in Europa”, dice Pablo Accettura, consulente ormai storico di Kenda (primo da destra nella foto). “Anche per noi, ovviamente, gli ultimi tre anni sono stati difficili, ma siamo rimasti sul pezzo. L’azienda ci ha sempre supportato, con condizioni vantaggiose, nonostante i costi dei trasporti, e con la disponibilità di prodotti. Non siamo infatti mai rimasti senza pneumatici e questa continuità ci ha premiato. Nel 2022, ad oggi, abbiamo superato i volumi dell’anno scorso e nel primo semestre abbiamo registrato numeri importanti, pur con tutte le note problematiche. Siamo grati a Kenda, che ci continua a supportare, e ai nostri clienti italiani, che continuano a credere nel brand”.

Kenda sta dunque crescendo, sia in Italia che in Europa, dove c’è un nuovo direttore, l’olandese Henno Plaggenborg, che arriva da Starco, l’azienda acquisita dal Gruppo Kenda nel 2017 ( Kenda acquisisce Starco Europe – Pneusnews.it ). Plaggenborg, che è molto vicino a Jimmy Yang, è responsabile della divisione automotive europea e sta assumendo e strutturando la sede europea e l’ufficio tecnico, per offrire un servizio sempre migliore a tutti i clienti.

Nelle ultime settimane in Italia ci sono stati anche due importanti incontri tecnico-strategici, con la partecipazione di Tony Mesi, senior project engineer di Kenda Rubber Industrial Europe GmbH (secondo da sinistra nella foto), presso Palmeri Pneumatici in Sicilia il 27 giugno e Zuin Gomme in Veneto il 14 luglio.

“Mesi è venuto in Italia per spiegare alla forza vendita i progetti dell’azienda per i prossimi due-tre anni”, continua Acettura. “Abbiamo parlato di innovazione, di prodotti, di programmazione e, in generale, del trend europeo. L’obiettivo di Kenda è di crescere in maniera abbastanza uniforme a livello europeo, anche utilizzando le progettualità nate in Italia, come il network Kenda for You, che piace e si sviluppa bene anche in altri Paesi europei. Per noi è un orgoglio vedere che quello che abbiamo fatto qui è oggi da esempio anche per molti altri clienti che si stanno avvicinando a Kenda. E, in fondo, se Kenda cresce in Europa, ovviamente crescerà ancora di più in Italia”.

Tornando al 60° anniversario di Kenda, Pablo Accettura, parla di un “traguardo importantissimo per l’azienda, che continua ad essere a conduzione familiare, cosa più unica che rara”. “Ci teniamo davvero – e parlo a nome di tutti i distributori – a fare gli auguri all’azienda e a Jimmy Yang. Kenda è un’azienda modesta, ma vera e genuina, a cui siamo sinceramente affezionati. Un’opportunità da non perdere”.

Agli auguri a Kenda e Jimmy Yang si unisce anche la redazione di Pneusnews.it.

© riproduzione riservata
made by nodopiano