Mercato

Sri Lanka: apre la fabbrica di Ferentino Tyres

Il 14 gennaio scorso la fabbrica di pneumatici di Ferentino Tyre Corporation situata ad Horana, in Sri Lanka, è stata ufficialmente inaugurata dal presidente dello Sri Lanka, Gotabhaya Rajapaksa.

Lo stabilimento è stato costruito con un investimento di 250 milioni di dollari e può produrre 2,4 milioni di pneumatici all’anno di diversi segmenti, tra cui vettura radiale, SUV, biciclette e persino tre ruote. Tra questi, una delle linee sarà la gamma di prodotti “Mythos”, che ricorda quella Marangoni precedentemente prodotta nello stesso luogo.

Dei 2,4 milioni di pneumatici prodotti ogni anno nello stabilimento di Ferentino in questa fase, l’80% è destinato ai mercati di esportazione. Una seconda fase dovrebbe essere completata nel marzo 2022.

Il progetto Ferentino, presieduto da Nandana Lokuwithana, è facilitato dal Board of Investment dello Sri Lanka, secondo fonti locali. Tuttavia, i rappresentanti dell’azienda si sono affrettati a sottolineare che lo “stabilimento di produzione di pneumatici di Ferentino” è “alimentato con tecnologia europea di livello mondiale e forza di volontà imprenditoriale dello Sri Lanka”.

Mythos – un collegamento tra Marangoni e Ferentino

Per coloro che non hanno familiarità con Ferentino Tyre Corporation, la società è sostenuta da Onyx Group, che ha firmato un memorandum d’intesa (MoU) con Marangoni nel 2017.

All’epoca, l’obiettivo dichiarato di Onyx era quello di diventare “la più grande azienda produttrice di pneumatici in Sri Lanka e servire sia i mercati locali che quelli internazionali.”

Come abbiamo riportato a gennaio 2017, il primo passo di questo piano è stato l’acquisizione dei processi, del know-how tecnologico e di una linea di produzione dalla controllata del Gruppo Marangoni, Marangoni Meccanica.

Allo stesso tempo, è stata stabilita una solida roadmap per il business dei pneumatici. Secondo il MoU, Onyx Group si è impegnata ad acquisire una partecipazione del 49% in Marangoni lndustrial Tyres Lanka (Private) Limited, una società costituita in Sri Lanka, e ha firmato un accordo di offtake in base al quale Marangoni ha continuato a produrre una gamma di pneumatici pieni per l’Onyx Group nel suo stabilimento di Rovereto.

Un altro passo nella roadmap per i pneumatici pieni includerà l’acquisizione delle seguenti entità commerciali europee: la francese Marangoni lndustrie Manutention; la tedesca Wenzel lndustrie GmbH (tedesco); e l’italiana Marangoni Industrial Tyres S.r.l..

Tuttavia, mentre l’accordo di licenza di Marangoni con il Gruppo Onyx includeva la produzione e la distribuzione di marchi come Jumbo, Forza, Eltor e Quickmont, era limitato ai prodotti per pneumatici industriali. E quindi, il marchio Marangoni non era disponibile per Onyx Group o Ferentino per i pneumatici vettura.

Pertanto, la nascita della linea di pneumatici per autovetture Ferentino Mythos rappresenta un forte legame tra i radiali per autovetture Marangoni e i pneumatici Ferentino, che vengono prodotti nello stesso luogo, utilizzando una “tecnologia europea di livello mondiale”.

Parlando all’inaugurazione dello stabilimento di Ferentino, il ministro delle industrie dello Sri Lanka, Wimal Weerawansa, ha affermato che la nuova fabbrica di pneumatici darà grande impulso all’industria della gomma in Sri Lanka, promuovendo prezzi migliori per i coltivatori locali.

Weerawansa ha anche rivelato che i produttori di pneumatici dello Sri Lanka attualmente soddisfano il 75% della domanda locale. Spera quindi che lo stabilimento di Ferentino consentisse allo Sri Lanka di soddisfare localmente la sua domanda interna totale.

Oltre a supervisionare la fabbrica di pneumatici di Ferentino, la presidente del progetto Nandana Lokuwithana è anche presidente di Ceylon Steel Corporation Ltd, anch’essa di proprietà di Onyx Group. Gli altri investimenti di Lokuwithana includono il Marriot Al Jadaf Hotel a Dubai, l’imminente impianto di macinazione del cemento a Mirijjawila, Hambantota e Marangoni Industrial Tires Lanka Ltd, secondo fonti di locali.

All’inaugurazione era presente anche il ministro dei porti e delle spedizioni dello Sri Lanka, Rohitha Abeygunwardena, che ha osservato che il governo è intenzionato a fornire l’ambiente favorevole necessario per gli investimenti.

© riproduzione riservata
made by nodopiano