Gommisti

Point S conferma le sue ambizioni in Cina con l’apertura di due centri pilota a Foshan

Dopo aver annunciato l’ingresso nel mercato cinese nell’ottobre 2019, Point S apre adesso i suoi primi due punti vendita pilota a Foshan, nel sud del paese.

La joint venture Point S China è stata creata insieme a due importanti player cinesi del settore della manutenzione dell’auto e con le loro catene di officine: Suremoov e Harson.

L’apertura di questi due centri pilota prevede un programma di formazione e l’armonizzazione delle due reti partner, che contano già oltre 1.200 centri. Il piano di sviluppo di Point S è però più ambizioso, perché mira a reclutare almeno altre 1.000 punti vendita in ​​franchising entro il 2025, in modo da coprire al meglio il territorio cinese.

I primi due centri si trovano nella città di Foshan (vicino a Canton, nel sud del Paese), e sono stati inaugurati il ​​29 maggio e il 6 giugno alla presenza dei manager delle società Suremoov e Harson, di molti funzionari, giornalisti, fornitori e potenziali partner. Le due cerimonie di inaugurazione hanno inoltre attirato più di 3.000 clienti, curiosi di scoprire il nuovo concept di Point S. I punti vendita pilota, di cui uno con 15 postazioni di lavoro e l’altro con 10, sono stati infatti rinnovati con i colori, la grafica e lo stile di Point S, adattati alle specificità del mercato cinese.

Guardando oltre la crisi sanitaria che ha sconvolto sia la Cina che il resto del mondo, Point S conferma dunque i suoi obiettivi in questo mercato, che sta per diventare il più grande al mondo per i prodotti e servizi post-vendita di automobili. Lan, fondatore di Suremoov, afferma con entusiasmo: “Suremoov e Harson hanno rispettivamente 16 e 20 anni di esperienza operativa nelle catene di vendita al dettaglio. Quest’esperienza, combinata con il marchio Point S, il sistema di fornitura e altre risorse, consentirà ai rivenditori di rimanere positivamente sorpresi nel vedere i risultati dell’utile lordo e nella gestione del punto vendita.”

Fabien Bouquet, CEO di Point S International, soddisfatto di questo primo passo fondamentale nell’ambito di un grande progetto, afferma: “La crisi sanitaria non ha influenzato i nostri obiettivi, né ha cambiato il nostro piano per il mercato cinese, ma piuttosto ha confermato gli scenari di un mercato, che accelera e che sosterrà l’attrattiva della nostra offerta di franchising locale e del nostro marchio con player cinesi indipendenti del nostro settore.”

Suremoov è una rete di franchising leader in Cina con oltre 950 punti vendita creati nel 2004 e specializzati in carrozzeria e manutenzione. Harson, l’altro partner della joint venture, ha oltre 250 punti vendita specializzati nella manutenzione di veicoli europei di fascia alta.

Facendo affidamento su questi partner affermati e riconosciuti, Point S intende diventare un attore chiave nella manutenzione delle auto in Cina e consolidare il proprio posto di leader mondiale con una presenza in 4 continenti, 39 paesi e oltre 5.500 punti vendita.

© riproduzione riservata
made by nodopiano