Mercato

4 stagioni per SUV: Hankook e Imperial il migliore e il peggiore

Dopo Autozeitung, è la rivista AutoBild Allrad a presentare il suo primo test sui pneumatici per tutte le stagioni, quelli preferiti dai lettori che non vogliono più passare due volte all’anno dal gommista per il cambio stagionale. Il test mette a confronto dieci profili nella dimensione SUV 215/65 R17.

I tester della rivista tedesca sono dell’opinione che i pneumatici all season “appartengano al futuro“, nel senso che, visto il trend di rapida crescita della domanda, sia il segmento su cui i produttori si concentrano di più. “In nessun altro segmento di pneumatici sono stati raggiunti così tanti progressi tecnologici in così poco tempo”, dicono gli esperti. Per questo motivo, a differenza del passato, i quattro stagioni non sono più necessariamente indicati solo per i conducenti di vetture di piccole dimensioni che viaggiano in città e che possono quindi fare a meno della sostituzione semestrale descritta come “costosa e dispendiosa in termini di tempo“. Nel frattempo, i pneumatici per tutte le stagioni sono – dice la rivista – “diventati un’alternativa comoda e sicura per molti automobilisti”.

Imperial bocciato

Tuttavia, visti i risultati del test, questa regola sembra che non si possa applicare a tutte le marche. Ci riferiamo all’ultimo classificato di AutoBild Allrad, il modello All Season Driver del marchio Imperial, che ha preso la valutazione “non consigliato”. Il pneumatico Imperial se l’è cavata nella frenata su neve e nel prezzo, che è basso, ma i tester affermano anche che “il grip è limitato su srtada bagnata, la risposta dello sterzo è spugnosa, l’handling in sottosterzo disarmonico”. In particolare, gli “spazi di arresto nella frenata sul bagnato pericolosamente lunghi” hanno impedito una migliore classificazione del pneumatico Imperial.

Sei modelli soddisfacenti

Sei dei dieci candidati si sono comportati in modo “soddisfacente”, ognuno con i propri punti di forza e di debolezza particolari. Penultimo del test è il Discoverer All Season di Cooper, che ha più o meno ha le stessi punti di forza del modello Imperial e “ottime proprietà di prevenzione del fenomeno dell’aquaplaning“. Ci sarebbe però potenziale di miglioramento nel comportamento di guida sottosterzo su strade innevate e bagnate, nella risposta dello sterzo che è un po’ in ritardo, nel comfort che è solo modesto e nella resistenza al rotolamento e conseguenti risparmio di carburante.

Handling leggermente sottosterzante, spazi di frenata lunghi su strada bagnata, elevata resistenza al rotolamento” sono le critiche all’ottavo classificato nel test: il Premitra All Season AP3 SUV del marchio Maxxis. Per quanto riguarda le sue caratteristiche invernali, tuttavia, è stato in grado di lasciare una buona impressione ai tecnici della rivista, così come anche per le prestazioni stabili su asciutto, le riserve di sicurezza in caso di aquaplaning longitudinale e il prezzo. 

Il Quatrac Pro di Vredestein e il Cinturato All Season SF2 di Pirelli hanno tagliato il traguardo al sesto posto con il verdetto complessivo “soddisfacente”. Il fatto che questi due modelli non abbiano conquistato una posizione migliore rispetto ai concorrenti è dovuto a “handling sottosterzante su neve e alle qualità limitate in caso di aquaplaning” (Vredestein) e a un “comportamento di guida sottosterzante su bagnato e asciutto, spazi di arresto in frenata su bagnato leggermente lunghi” (Pirelli).

In merito al Cinturato All Season SF2, il pneumatico testato faceva parte di un primo lotto di produzione, prodotto in quantità limitata e poi non più commercializzato. Le prestazioni attuali non corrispondono a quelle del Cinturato All Season SF2 disponibile ora sul mercato.

Al contrario, “spazi di frenata lunghi sull’asciutto” sia per l’AllSeasonContact SUV di Continental che per lo Weather Control A005 Evo di Bridgestone hanno probabilmente fatto sì che, nonostante i molti punti di forza, non si siano posizionati più avanti e abbiano dovuto accontentarsi della valutazione “soddisfacente” rispettivamente in quarta e quinta posizione.

Buoni Michelin e Goodyear

Il Vector 4Seasons Gen-3 di Goodyear è arrivato al terzo posto, con una critica solo per “gli spazi di arresto nella frenata sull’asciutto leggermente estesi”, mentre il secondo classificato, il CrossClimate 2 di Michelin, che è stato appena presentato ufficialmente, è criticato solo per il suo “handling su bagnato leggermente sottosterzante“. Enrtambi i modelli prendono il giudizio “buono”.

Esemplare solo Hankook

E’ però il Kinergy 4S² X del produttore coreano Hankook Tire che vince il test di AutoBild Allrad con solo punti di forza e nessuna debolezza. La gomma di Hankook brilla per le caratteristiche di guida convincenti in tutte le condizioni atmosferiche. In particolare, la sua “maneggevolezza stabile e sicura sul bagnato e sull’asciutto“, insieme allo sterzo preciso, viene particolarmente apprezzata dai tester. La sicurezza è elevata in caso di aquaplaning, mentre bassi sono sia il rumore di rotolamento, che il prezzo d’acquisto.

© riproduzione riservata
made by nodopiano