Mercato

Ammesso il piano di rilancio Fintyre

Fintyre ha annunciato che il Tribunale di Brescia ha ammesso il piano di rilancio aziendale formulato nell’ambito della procedura di concordato preventivo apertasi nel giugno 2020, confermando i Commissari Giudiziali nelle persone di Stefano Midolo, Tobia Lazzari e Francesco Mazzoletti.

Il piano è il frutto di mesi di intenso lavoro e proficuo confronto con tutte le parti interessate, ed è orientato al miglior soddisfacimento dei creditori.

Il risultato è un progetto sostenibile ed equilibrato, con una visione a lungo termine e il cui sviluppo consentirà a Fintyre di rilanciare con forza il proprio percorso di leadership nel mercato italiano continuando a offrire ai propri clienti un vasto assortimento di prodotti e brand, oltre ad una capacità distributiva capillare su tutto il territorio.

E’ previsto l’ingresso della società di private equity Springwater Capital, la quale rivestirà un ruolo determinante in qualità di nuovo azionista con un apporto di nuova finanza pari a 43 milioni di Euro.

Springwater Capital, fondata nel 2002 e guidata dal Managing Partner Martin Gruschka, è specializzata in turnaround di imprese Mid-Cap europee con orizzonte di investimento a lungo termine.

La caratteristica principale del piano è il suo largo consenso. In primis da parte di un nutrito pool di produttori di pneumatici premium a livello mondiale, selezionati dall’azienda e che vengono identificati come fornitori strategici. Questi, infatti, hanno avuto un ruolo decisivo supportando la continuità aziendale e contribuendo attivamente alla definizione del piano di rilancio.

L’efficienza del piano, infine, è garantita dalle linee di credito a sostegno del capitale circolante accordate, sin dalle fasi di avvio della procedura concordataria e con crescente coinvolgimento nell’ottica di implementazione del piano medesimo, da General Finance, società di factoring con sede a Milano ed attiva dal 1982, specializzata nella finanza alle imprese che stanno affrontando un virtuoso percorso di risanamento.

Nella definizione e stesura del piano e nella gestione della procedura e del riassetto azionario, Fintyre è assistita dagli studi legali Gianni&Origoni e Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners e dall’advisor finanziario Deloitte FA, oltre a Massimo De Dominicis nel ruolo di attestatore. Springwater Capital è assistita da Chiomenti ed EY.

© riproduzione riservata
made by nodopiano