Mercato

Goodyear e De Klok: chiusa la controversia sulle importazioni parallele

Goodyear ha annunciato oggi di aver raggiunto un accordo con De Klok Banden B.V., S & H Tires B.V. e le loro società affiliate per la risoluzione di un caso di importazione parallela tra i due gruppi. Con quest’accordo si conclude la controversia relativa alla violazione dei diritti di marchio, iniziata da Goodyear nel terzo trimestre del 2020 a seguito del sequestro di pneumatici importati attraverso il cosiddetto grey market (mercato grigio).

Per conto di De Klok Banden, Mr. Van der Heiden ha dichiarato che l’accordo “consente a De Klok Banden e S&H Tires di evitare i costi di un dispendioso contenzioso e li aiuterà a migliorare ulteriormente i loro controlli interni, con il supporto di Goodyear, per prevenire fonti di importazioni illegali nell’Unione Europea”.

David Anckaert, VP Consumer Replacement Europe di Goodyear ha espresso la propria soddisfazione per la risoluzione della vicenda. L’Organizzazione Europea di Goodyear detiene il diritto esclusivo di effettuare la prima immissione sul mercato dell’Unione Europea dei pneumatici a marchio Goodyear e Dunlop. Pertanto, se un pneumatico viene importato nell’Unione Europea (a partire dall’1 gennaio 2021 sono incluse anche le importazioni dal Regno Unito) da un’organizzazione diversa da Goodyear senza l’espresso consenso di Goodyear, quel pneumatico rappresenta un’importazione “non autorizzata” o “illegale” e tale pneumatico non può essere distribuito, venduto o offerto in vendita nell’Unione Europea. Tale attività viola i diritti di marchio di Goodyear o altri legittimi diritti di Goodyear.

In termini legali, con “Grey market” o “Importazioni Parallele” illegali ci si riferisce a pneumatici che, anche se potrebbero non violare alcuna legge o diritto nel Paese di esportazione, qualora  importati nell’Unione Europea (UE) o in altri stati membri dello Spazio Economico Europeo (SEE) violano i diritti di marchio, di progetto, di brevetto o altre leggi applicabili, come le leggi sulla concorrenza sleale.

Alcuni pneumatici sono prodotti nell’Unione Europea specificatamente per l’esportazione e la distribuzione al di fuori dell’Europa. Altri pneumatici sono prodotti al di fuori dell’Unione Europea espressamente per la distribuzione locale. L’acquisto di tali pneumatici al di  fuori dell’Unione Europea e la loro importazione in Europa costituisce un’importazione parallela illegale e la  violazione dei diritti di marchio.

Goodyear ha intrapreso azioni legali contro un numero elevato di distributori in diversi mercati  Europei. Queste azioni hanno riguardato l’ottenimento di ingiunzioni, la restituzione di pneumatici in favore di  Goodyear, lo smaltimento di pneumatici, l’ottenimento di informazioni relative alle fonti di approvvigionamento, il risarcimento dei danni ed il recupero delle spese legali. Anckaert ha aggiunto che “Goodyear è determinata a difendere i propri diritti e ad intraprendere le necessarie azioni legali per contrastare l’importazione illegale di pneumatici. Qualunque professionista del settore può segnalarci potenziali importazioni illegali contattando il suo referente Goodyear o inviando una mail a illegal_import@goodyear.com”.

© riproduzione riservata
made by nodopiano