Meccanica

Diagnosi FCA illimitate con Texa Security Access

Come noto, dal 2017 il Gruppo FCA ha introdotto misure di protezione informatica per i propri veicoli, volte a trasferire informazioni potenzialmente sensibili a un maggiore livello di sicurezza, che di fatto però hanno inibito ogni intervento da parte delle officine indipendenti. 

Texa ha fin da subito affrontato il problema, confrontandosi con le istituzioni europee e nazionali al fine di ottenere la massima collaborazione da parte di FCA. Così è stato e, già da giugno 2019, per i professionisti della riparazione in possesso di strumentazione TEXA, è stato possibile  operare di nuovo, in totale legalità e sicurezza, anche sulle vetture del Gruppo torinese.

Texa però non si è fermata qui. L’ultima novità che ha introdotto in questo ambito è un nuovo servizio, Texa Security Access, che permette a tutti i suoi clienti di effettuare diagnosi illimitate, sicure e ufficiali sui veicoli equipaggiati con il Secure Gateway (SGW), il modulo di protezione da attacchi informatici, che intercetta la comunicazione verso il veicolo e preclude le operazioni sulle centraline elettroniche.

Sottoscrivendo il nuovo abbonamento, le soluzioni Texa, tramite connessione Internet, gestiscono automaticamente l’autenticazione nei server FCA e procedono in modo sistematico allo sblocco del modulo SGW. Le fasi della diagnosi saranno semplici e lineari come per qualunque altro marchio, senza dover più accedere, di volta in volta, al portale ufficiale Technical Information per acquistare i crediti necessari ad ogni singola operazione.

Tra i veicoli sui quali, grazie a Texa Security Access, è possibile effettuare diagnosi complete, segnaliamo modelli molto diffusi come Alfa Romeo Giulia e Stelvio, Fiat Tipo, 500, 500L e 500X, Jeep Renegade, Compass, Wrangler e Grand Cherokee.

© riproduzione riservata
made by nodopiano