Mercato

Fintyre avvia la ristrutturazione del debito e mantiene la continuità operativa

Fintyre avvia una procedura di ristrutturazione del debito e della struttura azionaria.

In data 15 giugno la società ha depositato domanda per l’ammissione alla procedura di concordato prenotativo (c.d. in bianco) nell’ambito del quale verrà implementato un piano di riorganizzazione che consentirà di preservare la continuità aziendale e salvaguardare al meglio gli interessi dei propri creditori e di tutti i soggetti che, a vario titolo, intrattengono rapporti con Fintyre. Franco Gomme e Tyre Retail (Pneusmarket) non sono oggetto del concordato.

I primi mesi del 2020 hanno segnato un momento difficile per l’azienda, aggravatosi a causa della pandemia Covid-19 e della conseguente emergenza socio sanitaria. Con l’ammissione alla procedura, l’azienda intraprende un percorso protetto a tutela dei suoi partner, dei propri dipendenti ed agenti, nonché dei propri creditori, finalizzato alla continuità aziendale.

Il piano di risanamento di Fintyre farà leva sulla relazione consolidata con i propri fornitori strategici e sul posizionamento conseguito da Fintyre sul mercato italiano.

I più importanti strategic suppliers, infatti, avranno un ruolo fondamentale nel garantire la continuità aziendale attraverso la piena disponibilità di prodotto e la condivisione di programmi di crescita e di marketing, mirati alla clientela.

Per il successo del piano di riorganizzazione saranno cruciali il forte attaccamento al Gruppo che la rete vendita sta continuando a dimostrare e il sostegno dei clienti che, nonostante il momento, stanno continuando a scegliere Fintyre come partner del proprio business.

Nella definizione e stesura del piano e nella gestione della procedura e del riassetto azionario, Fintyre è assistita dall’advisor finanziario Deloitte FA e dagli studi legali Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners e Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners.

© riproduzione riservata
made by nodopiano