Gommisti

Sicurezza garantita ancora più a lungo con KYB

Il 2020 inizia con un’interessante iniziativa studiata da KYB: l’operazione Garanzia Estesa. Quest’offerta, valida fino alla fine dell’anno, prevede che gli ammortizzatori KYB siano garantiti per 5 anni rispetto ai difetti di fabbricazione se sostituiti in concomitanza con i kit di montaggio e protezione dello stesso produttore, e per ben 6 anni se la riparazione riguarderà anche le molle, naturalmente da sostituirsi sempre con ricambi KYB.

A poter proporre la Garanzia Estesa agli automobilisti saranno le migliori  officine presenti su tutto il territorio nazionale, selezionate da KYB nel corso degli ultimi mesi (l’elenco completo è disponibile su questo minisito). Le officine selezionate hanno seguito corsi di formazione specifici sulla sostituzione di ammortizzatori, molle e kit e sono state dotate da KYB di supporti per comunicare l’iniziativa e mettere in risalto l’eccellenza del lavoro svolto.

Supporto pratico e informazioni utili

L’operazione Garanzia Estesa ha un duplice obiettivo: oltre a sottolineare l’affidabilità e durata dei ricambi KYB, tale da permettere al produttore di offrire all’automobilista una garanzia dalla durata ben superiore a quanto normalmente previsto da altre aziende, crea l’occasione per informare l’automobilista sull’importanza delle sospensioni, attraverso vari strumenti: il minisito dedicato all’operazione, il materiale promozionale esposto nel punto vendita, compreso un totem studiato per attirare l’attenzione dei clienti e informarli riguardo all’iniziativa, oltre naturalmente all’azione del meccanico che avrà modo di illustrare ai clienti le caratteristiche delle sospensioni, la cui manutenzione è fondamentale per far si che possano continuare a garantire all’automobilista sia sicurezza che comfort di marcia.

Il meccanismo dell’operazione prevede infatti che l’automobilista venga invitato a sottoporre gli ammortizzatori a controlli periodici, verifica non prevista nei normali protocolli di revisione dell’auto la cui importanza è grossolanamente sottovalutata da molti. KYB raccomanda un controllo annuale degli stessi e, salvo necessità precedenti, ne prevede la sostituzione intorno agli 80.000 km; l’usura dei componenti delle sospensioni è infatti spesso ardua da notare e solo il controllo da parte di un meccanico esperto può identificarla prima che diventi pericolosa.

L’importanza dei controlli periodici

Gli ammortizzatori sono dei componenti strategici per l’intero impianto sospensorio e soggetti ad un fisiologico processo di usura. All’interno degli stessi è presente un fluido idraulico che, in 80.000 km di utilizzo, viene stimolato circa 75 milioni di volte dai movimenti di compressione ed estensione dello stelo del pistone all’interno del cilindro e ciò determina una fisica riduzione della capacità smorzante. Essendo un processo progressivo, capita molto spesso che gli automobilisti non avvertano nettamente questa variazione delle prestazioni. Ammortizzatori usurati implicano una distanza di frenata superiore al normale anche a basse velocità, il che può fare la differenza fra l’arresto del veicolo senza conseguenze e l’impatto con un ostacolo: con un solo ammortizzatore scarico su 4, a 50km/h, lo spazio d’arresto può variare fino a 2 mt.

Sensibilizzare gli automobilisti riguardo all’importanza dei controlli periodici e incentivarli, mettendo in evidenza la professionalità dell’officina e assicurando che per molti anni l’eventuale costo di sostituzione dei ricambi difettosi sarà coperto dalla garanzia KYB, è un contributo alla sicurezza di chi guida e di tutti gli utenti della strada; un obiettivo che da sempre KYB persegue attivamente con campagne di informazione e comunicazione dedicate all’argomento.

© riproduzione riservata
made by nodopiano