Mercato

Dal 1989 ad oggi l’auto degli italiani consuma il 31% in meno e pesa il 42% in più

Sono passatitrent’anni dalla caduta del Muro di Berlino: di questo momento che ha cambiato le sorti della Germania, ma anche quelle dell’Europa tutta, sono molti gli italiani che ricordano bene dov’erano nel momento in cui la notizia cominciò a diffondersi o, magari, ricordano l’auto che stavano guidando. Nei giorni delle celebrazioni per il trentesimo anniversario di questo evento epocale, DriveK ha voluto ricordare quali auto siano state testimoni della caduta del Muro e quanto siano diverse da quelle che guidiamo oggi, confrontando le 20 auto più immatricolate nel 1989 e le 20 più cercate sul web nel 2019

Dall’analisi emerge che, con una contrazione superiore al 30%, oggi le auto più richieste sul web consumano in media 5,5 l/100km, a fronte degli 8 l/100km medi per quelle più immatricolate nel 1989. Se nel 1989 l’auto più immatricolata era la mitica Fiat Uno (così popolare che nell’89 rappresentava da sola il 15,6% delle auto immatricolate) oggi l’auto più richiesta sul web è la Citroën C3 che, oltretutto, è anche quella con i consumi più bassi dichiarati. 

Anche le preferenze in fatto di carrozzeria sono cambiate: il boom della diffusione dei SUV, combinato con allestimenti e requisiti di sicurezza sempre più importanti, ha contribuito a far crescere del 42% il peso medio dell’auto più cercata, che è passato da 870 a 1.238 kg.

made by nodopiano