Mercato

Test TCS 185/65 R15: le seconde linee battono le prime

Adac e TCS per la stagione invernale 2019 hanno testato 16 pneumatici in dimensione 185/65 R15 88T. Le prove su cui sono stati valutati i pneumatici sono ben 18, simili alla pratica, grazie ai quali sono stati determinati i punti forti e deboli dei singoli prodotti.

Nelle prove di guida su fondo stradale asciutto, bagnato, innevato e ghiacciato, è stato testato il comportamento specifico di ogni pneumatico, l’impatto sulla rumorosità, l’influsso sul consumo di carburante e il processo d’usura.

Dei 16 prodotti, ben 13 hanno ottenuto il voto “consigliato” o superiore, mentre gli altri 3 non sono risultati del tutto convincenti e hanno ottenuto la valutazione “consigliato con riserva” o addirittura il voto inferiore “non consigliato”. Le ragioni della differenza di giudizio sono quasi sempre legate alle carenze evidenziate sul bagnato o sulla neve.

A vincere il test è stato il Dunlop Winter Response 2, seguito dal Kleber Krisalp HP3 e dal Pirelli Cinturato Winter. Il Dunlop risulta un pneumatico molto equilibrato, con il miglior voto su neve, il miglior voto per consumo di carburante e un buon comportamento su asciutto e bagnato.

Stupisce il Kleber Krisalp HP3, second brand di Michelin, che ottiene il secondo posto assoluto e, anche in questo caso, viene definito dal TCS un pneumatico molto equilibrato, con buone prestazioni su neve, ghiaccio, asciutto e bagnato. Ottiene anche il miglior voto per il rumore.

Il podio come detto è completato dal Pirelli Cinturato Winter, che ottiene un voto complessivo pari al Kleber.

A seguire troviamo i pneumatici consigliati, che sono:Continental WinterContact TS860, Hankook Winter i*cept RS2 W452, Michelin Alpin A4, Falken Eurowinter HS01, Vredestein Snowtrac 5, Goodyear Ultragrip 9, Nokian WR D4, Gislaved Euro*Frost 6, Kumho WP51 Wintercraft, Viking WinTech. Tutti questi pneumatici presentano performance tutto sommato buone e le differenze sono, in definitiva, di poco conto, con lieve debolezze in qualche disciplina e voti complessivi che si discostano al massimo di 12 punti tra il primo e l’ultimo con questo giudizio. Nella tabella trovate elencate le singole prestazioni. Veniamo agli ultimi 3 pneumatici. Il Sava Eskimo S3+ è “consigliato con riserva”. In realtà questa gomma non si comporta per niente male, eccezion fatta per le prestazioni su asciutto. Ottiene il miglior voto su neve, è buono su ghiaccio, per consumo di carburante e per usura. Presenta lievi debolezze su bagnato, ma è su asciutto che si comporta proprio male: il voto in questa categoria è 38/100, il più basso del lotto, e lo stesso con cui conclude complessivamente la prova. I due pneumatici non consigliati sono Toyo Snowprox S943 e Davanti Wintoura, che ottengono rispettivamente i voti, bassissimi, 8/100 e 0/100. Il Toyo  Snowprox S943  è risultato il migliore per il rumore, buono su ghiaccio, buono per consumo di carburante e per usura. Il problema è che presenta lievi debolezze su asciutto e su bagnato, ma soprattutto grandi carenza su neve. Il Davanti Wintoura ottiene il miglior voto su ghiaccio e per consumo di carburante ed è anche buono per usura. Ma ha anche grandi punti deboli su asciutto, neve e bagnato. Il voto finale dice tutto.

© riproduzione riservata
made by nodopiano