Mercato

Dai PFU alle traverse ferroviarie sostenibili di Greenrail

E’ un giovane siciliano, Giovanni Maria De Lisi, l’inventore delle traverse ferroviarie fatte con polverino derivato dalle gomme a fine vita e con plastica da rifiuto urbano. L’invenzione è coperta da circa 120 brevetti nel mondo e l’azienda Greenrail gode del sostegno di Ecopneus.

Le traverse in PFU possono sostituire quelle tradizionali in calcestruzzo, secondo quanto dichiara l’azienda, offrono migliori prestazioni tecniche, ambientali ed economiche, rispetto alle traverse oggi standard del settore. Greenrail è in grado di progettare e produrre su misura ogni tipologia di traversa ferroviaria, secondo le direttive delle specifiche tecniche internazionali e in base  alle particolari esigenze di ogni singolo cliente. L’azienda cura tutto il processo di progettazione, prototipazione e testing dei prodotti, distinguendosi nel panorama internazionale come sinonimo di innovazione e sostenibilità e collaborando con primari centri di ricerca e partner industriali.

Le traverse di Greenrail ha un costo nettamente inferiore rispetto a quello delle classiche, hanno bisogno di molta meno manutenzione e consentono di ridurre l’impatto acustico. Oggi le traverse sono disponibili in tre versioni: quelle con pannelli fotovoltaici incorporati, quelle che consentono la trasmissione dei dati e quelle in grado di produrre energia elettrica per alimentare dispositivi di diagnosi.

Per Greenrail la crescita industriale oggi non può che passare attraverso uno sviluppo sostenibile. Sposando la salvaguardia ambientale e l’uso razionale dell’energia con l’innovazione tecnologica.

 

made by nodopiano