Mercato

La top 20 dei produttori di pneumatici: Hankook sorpassa Pirelli e sale al sesto posto

Le prime posizioni della classifica dei produttori di pneumatici in base al fatturato 2018 rimangono identiche a quelle del 2017, con Bridgestone, Michelin e Goodyear sul podio, Continental al quarto posto e Sumitomo, che in Europa è nota per il brand Falken, al quinto.

Ma nessun cambiamento non vuol dire nessuna riflessione. Quest’anno ci si aspettava un avvicendamento in prima e in terza posizione e non è successo nulla di tutto questo. Bridgestone, al contrario, è stata in grado di distanziare Michelin e il motivo è piuttosto semplice: con un fatturato praticamente costante in yen, la conversione in euro ha comportato un aumento significativo delle vendite. Lo stesso effetto dovuto al tasso di cambio si applica anche alla gara per il terzo posto tra Goodyear e Continental; le entrate del produttore statunitense di pneumatici sono aumentate, tra il 2017 e il 2018, di poco meno di 100 milioni di dollari. Questa cifra, tuttavia, se calcolata in euro comporta una crescita di quasi 700 milioni. Comunque entrambi i produttori di pneumatici con sede nell’Eurozona – Michelin e Continental – sono stati in grado di aumentare le loro vendite solo in minima parte, rimanendo così dietro ai competitor diretti per le posizioni a cui ambivano.

Il primo cambiamento in classifica è quello tra Hankook e Pirelli, che si scambiano la posizione. Hankook, quindi, è il nuovo numero 6 tra i più grandi produttori di pneumatici. Mentre il produttore sudcoreano è stato in grado di mantenere le sue entrate, sia in Won che in euro, sostanzialmente stabili, Pirelli ha perso quasi 160 milioni di euro di fatturato, e il suo posto in classifica. Da notare che Pirelli nel 2016 era in quinta posizione ma, separando la divisione Industrial, ora Prometeon, dal resto della società, ha subito il sorpasso di Sumitomo.

All’ottavo posto, stabile, rimane Yokohama, mentre un altro cambiamento in classifica lo troviamo tra la nona e la decima posizione: Zhongce Rubber, azienda meglio conosciuta come ZC Rubber e produttrice del marchio Westlake, sorpassa Maxxis. Da notare la grande progressione di ZC Rubber: solamente due anni fa occupava la dodicesima piazza mentre oggi è il più grande produttore cinese di pneumatici.

Scendendo in classifica, le posizioni dalla 11 alla 13 rimangono le stesse dell’anno scorso e sono occupate da Giti Tire, Toyo Tires e Cooper Tire & Rubber.

L’ultimo importante cambiamento nella classifica dei primi 20 produttori mondiali è quello di Apollo, L’azienda indiana l’anno scorso occupava la sedicesima piazza, ma quest’anno guadagna due posizioni ai danni di Kumho, che era proprio al 14esimo posto e scala al 16esimo, e MRF Tyres, indiana anch’essa, che rimane stabile al 15esimo posto. Con questo doppio sorpasso ora Apollo è il più grande produttore indiano.

Linglong, Sailun, Double Coin e Nokian chiudono la Top20 senza cambiamenti dall’anno scorso.

Per quanto riguarda le posizioni successive alla ventesima, da segnalare l’ingresso in classifica di BKT, che occupa la 30esima posizione e che, non essendo quotata in borsa, ha comunicato direttamente i risultati finanziari, e Prinx Chengshan.

Scarica la Classifica dei primi 20 produttori in formato PDF

 

Scarica la tabella completa in formato PDF

 

made by nodopiano