Agricoltura

BKT: 100 milioni di dollari per la fabbrica USA

BKT ha fornito ulteriori dettagli riguardo ai suoi piani per la costruzione di una fabbrica negli Stati Uniti. Con un investimento che arriverà fino a 100 milioni di dollari il produttore di pneumatici intende realizzare una struttura con una capacità annua di 20.000 tonnellate.

BKT vende attualmente vende 30.000 tonnellate di pneumatici ogni anno nelle Americhe. Con la costruzione di una fabbrica negli Stati Uniti, BKT intende rafforzare la propria attività con gli OEM del Nord America, offrendo loro un programma di consegne più rapido. La struttura sarà inoltre in grado di fornire i mercati all’interno della regione in modo più competitivo. Inoltre, la società considera l’investimento negli Stati Uniti un passo importante per rafforzare il profilo del marchio.

“Vedremo maggiore trazione del volume delle vendite nei prossimi anni”, ha commentato BKT in una nota. “In considerazione di ciò, uno stabilimento locale accelererebbe le nostre prospettive di crescita in questa regione.”

La notizia dell’intenzione di BKT di stabilire il suo stabilimento di produzione al di fuori dell’India, un progetto approvato dal Consiglio di amministrazione della società a settembre, è stato condiviso dal presidente e amministratore delegato, Arvind Poddar, in un videomessaggio proiettato durante la cerimonia che ha segnato il suo ingresso nella Hall of Fame della Tire Industry Association. Poddar ha commentato che sono pronti “piani concreti” per creare una fabbrica negli Stati Uniti. La posizione dello stabilimento non è stata ancora annunciata.

Nuovi progetti in India

Oltre all’approvazione del progetto degli Stati Uniti, il Consiglio di amministrazione di BKT ha recentemente approvato un investimento di circa 120 milioni di euro per le operazioni in India. Questo investimento, che si aggiunge a quello destinato all’impianto di carbon black a Bhuj, verrà utilizzato per costruire un nuovo impianto nel sito di BKT a Waluj, così come per aumentare le capacità produttive a Bhuj.

Lo stabilimento di Waluj è, per usare le parole di BKT, “molto vecchio” e necessita di ristruttirazione completa da lungo tempo. Poiché l’impianto si trova su un piccolo appezzamento di terra e molti processi di produzione si trovano fuori dagli stabilimenti, BKT ha deciso di ricostruirlo su un sito di 9 ettari a circa 5 km dalla struttura esistente. Questo progetto, che comprende anche la costruzione di un impianto di cogenerazione e di magazzini, richiede una spesa di 5 miliardi di rupie. Il nuovo impianto avrà la stessa capacità annua di 30.000 tonnellate dello stabilimento esistente, che continuerà a funzionare fino a quando il nuovo impianto non sarà operativo nel 2021.

Il piano per Bhuj è di aumentare la capacità annuale di 5.000 tonnellate; verranno prodotti pneumatici OTR interamente in acciaio di grande diametro. Con questi prodotti, BKT mira ad aumentare il proprio business con gli OEM. I 5 miliardi di rupie investiti a Bhuj copriranno anche i costi di installazione di una linea di miscelazione aggiuntiva e magazzini aggiuntivi. BKT prevede di raggiungere il 100% di utilizzo dello stabilimento di Bhuj entro i prossimi due o tre anni.

Progetto Nerofumo nei tempi previsti

Il lavoro per la struttura che produrrà carbon black a Bhuj è nei tempi previsti, riporta BKT. L’impianto, che avrà una capacità complessiva una voltà ultimato di 140.000 tonnellate all’anno, attualmente in costruzione con una spesa in conto capitale di 4,25 miliardi di rupie (circa 51 milioni di euro), entrerà in funzione con una capacità iniziale di 60.000 tonnellate all’anno nel marzo 2019. La capacità rimanente sarà raggiunta entro il marzo 2021 e aiuterà BKT a raggiungere l’autosufficienza per i suoi requisiti di nerofumo.

made by nodopiano