Mercato

UE investiga: non solo dumping ma anche sussidi sui TBR cinesi

Oltre ad annunciare la sua decisione definitiva, e i corrispondenti dazi, sulle misure relative al caso AD640, ovvero il procedimento antidumping sui pneumatici nuovi e ricostruiti fabbricati in Cina, la Commissione europea ha commentato brevemente il caso AS641, l’inchiesta antisovvenzioni incentrata su questi prodotti.

All’interno del documento normativo “Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1579 della Commissione del 18 ottobre 2018”, la Commissione europea afferma che la sua parallela inchiesta antisovvenzioni ha già rilevato “un numero importante di sussidi” nel piano quinquennale del governo cinese per lo sviluppo dell’industria chimica e petrolchimica. La Commissione ritiene che queste sovvenzioni forniscano ai produttori di pneumatici cinesi un “vantaggio strutturale di risalire la catena del valore con un accesso continuo a finanziamenti a basso costo”

I dettagli relativi all’introduzione di misure definitive o alla chiusura dei procedimenti relativi al caso AS641 saranno pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea entro il 13 novembre 2018.

made by nodopiano