Notizie

Michelin X MultiTM T 385/65R22.5 per i semirimorchi: una nuova offerta per una gamma completa

La gamma di pneumatici Michelin X MultiTM si arricchisce e completa grazie a un prodotto specifico dedicato ai semirimorchi: il pneumatico Michelin X MultiTM T. I trasportatori che impiegano i loro veicoli principalmente in ambito regionale beneficiano ora di un equipaggiamento completo nella gamma Michelin X MultiTM.

Il nuovo Michelin X MultiTM T nella dimensione 385/65R22.5 sostituisce il pneumatico Michelin XTE 3, lanciato nel maggio 2007 e che è stato il riferimento del mercato con oltre 4 milioni di unità vendute in Europa (nuovo e Remix). In Italia i pneumatici XTE 3 venduti nello stesso periodo sono stati complessivamente circa 450.000.

La nuova offerta Michelin per rimorchi e semirimorchi presenta significativi miglioramenti nei settori chiave del trasporto stradale: la sicurezza del carico, la consegna delle merci nei tempi concordati e il controllo dei costi. I pneumatici di un autoarticolato utilizzano un terzo dell’energia del motore necessaria all’avanzamento del veicolo e sono responsabili della metà di questi consumi. I guadagni operativi determinati dal nuovo Michelin X MultiTM T sono considerevoli, secondo l’azienda; questo grazie alla riduzione dei consumi di 0,7 l/100 km (pari a un risparmio annuale di 1.000 euro per un autoarticolato che percorre 110.000 km) e all’aumento fino al 15% della durata chilometrica (secondo test interni Michelin). Inoltre, la marcatura M+S (Mud and Snow) permette al nuovo Michelin X MultiTM T di essere conforme alle direttive presenti in alcuni Paesi (Norvegia, Turchia, Russia) relativa al trasporto nelle condizioni invernali.  I trasportatori regionali hanno quindi a disposizione una gamma completa di pneumatici frutto della migliore tecnologia Michelin.

Immagine

Il nuovo Michelin X MultiTM T si posiziona tra i migliori prodotti del mercato nell’insieme dei 3 criteri relativi all’etichettatura europea dei pneumatici: ottiene la nota B in resistenza al rotolamento (un guadagno di una lettera rispetto al pneumatico della generazione precedente) e nella frenata su bagnato ed una sola onda con 69 dB nel rumore di rotolamento.

Cattura3

I vantaggi offerti dal nuovo pneumatico sono il risultato dell’impegno e degli investimenti destinati dal Gruppo al settore Ricerca e Sviluppo, in cui operano 6.600 specialisti in tre continenti per progettare e realizzare i pneumatici di oggi e domani. Il budget annuo dedicato a Ricerca e Sviluppo supera i 640 milioni di euro. Le principali innovazioni relative sono:

  • Una eccellente aderenza longitudinale e trasversale su suoli asciutti e bagnati determinata dal particolare disegno scultura del battistrada che offre una buona evacuazione dell’acqua ed un’usura regolare. I pneumatici del semirimorchio contribuiscono per il 45% alla frenata del convoglio a carico (trattore + semirimorchio):
  1.           I quattro larghi ed articolati canali longitudinali offrono una efficace evacuazione dell’acqua per tutta la vita del pneumatico
  2.           Il design dei canali e la loro lunghezza in termini di spigoli migliora il comportamento sui fondi bagnati

Cattura2

  • Maggiore durata e minori consumi grazie all’impiego di nuovi materiali: il pneumatico Michelin X MultiTM T presenta una nuova mescola per il battistrada che riduce la resistenza al rotolamento e migliora la durata. Il materiale innovativo, il “Carbion”, deriva dall’utilizzo di nuovi componenti e da nuovi processi per la produzione delle mescole. La nuova mescola offre una buona resistenza alle torsioni che si determinano nelle manovre o nell’affrontare le curve strette, particolarmente significative sugli assali dei semirimorchi, permettendo di migliorare la durata degli pneumatici e il loro potenziale in termini di riscolpitura e ricostruzione.

Cattura4

  • Maggior rispetto per l’ambiente: il pneumatico Michelin X MultiTM T è fabbricato in stabilimenti del gruppo Michelin in Europa, tutti certificati ISO 14001. Il risparmio di carburante e la possibilità di riscolpitura e ricostruzione di questi pneumatici rappresentano notevoli vantaggi per il trasportatore. Grazie alla tecnologia Michelin, il tasso di accettazione alla ricostruzione Michelin Remix per la gamma Michelin X MultiTM arriva all’88%. Ogni ricostruzione permette di risparmiare fino a 55 kg di materie prime.

 

Il chip RFID, “Radio Frequency Identification”, è un componente elettronico wireless che permette di identificare elementi specifici secondo un sistema standard, in modo da salvare e trasmettere i dati relativi. Progressivamente, il chip RIFD sarà integrato nei pneumatici. Grazie a uno scanner e un software RIFD disponibili sul mercato, i clienti potranno così disporre di un sistema di tracciabilità dei propri pneumatici e ottimizzare la gestione degli stock.

Comments

comments

made by nodopiano