Gommisti

I consigli dell’Unione Nazionale Consumatori sulle gomme invernali

L’Unione Nazionale Consumatori, prima associazione italiana di cittadini e consumatori, fondata nel 1955 e guidata oggi dal Segretario generale Massimiliano Dona, ha pubblicato un vademecum di consigli per la viaggiare in sicurezza d’inverno. La preferenza dell’associazione ricade decisamente sui pneumatici invernali rispetto alle catene, che definisce “un bel grattacapo” in quanto difficili da utilizzare soprattutto in città. Il tema è trattato però con superficialità e imprecisione, quando ad esempio l’Unione descrive le gomme winter come utilizzabili tutto l’anno in ogni situazione climatica, non conoscendo forse le “quattro stagioni”, o quando dichiara percentuali piuttosto generiche su durata e prestazioni, o quando consiglia di provvedere da soli al montaggio delle gomme su ruota, per risparmiare e “fare un po’ di ginnastica”. Quanto ai prezzi, l’associazione consiglia di fare un giro su internet per confrontare le offerte, ma di diffidare di venditori improvvisati e marche fantasiose e rivolgersi al gommista, che “risponde di quello che fa, e la sicurezza è una cosa seria.”

Di seguito il testo integrale del comunicato dell’Unione Nazionale Consumatori:

Si annuncia un lungo inverno, con condizioni atmosferiche rapidamente variabili, che non risparmierà gli agglomerati urbani, come l’esperienza dello scorso inverno insegna. Le catene da neve sono la classica soluzione d’emergenza difficilmente praticabile in città; pensate a montare le catene mentre imperversa una nevicata in mezzo al traffico e smontarle appena vi trovate su una strada sgombra di neve. La marcia con le catene su strada asfaltata sollecita fortemente l’avantreno e le gomme, insomma un bel grattacapo.

Fortuna che oggi abbiamo le gomme invernali, che certo costano un po’ di più delle catene, ma ci danno comfort e sicurezza in ogni circostanza, compresa la marcia su fondi sdrucciolevoli per fango; la sigla M+S significa Mud + Snow e contraddistingue le gomme utilizzabili tutto l’anno, ma adatte ad ogni situazione climatica.

È bene fare attenzione a pochi e semplici suggerimenti:

– La durata di un treno di gomme invernali, è intorno al 60% delle estive, e avrete il problema della conservazione durante l’estate; molti gommisti vi possono offrire il servizio di magazzinaggio tra un inverno e l’altro, in condizioni ottimali. Se usate il Garage domestico, attenti all’ambiente che deve essere asciutto e senza ristagni di umidità, ed a proteggere le gomme almeno con una tela.

– Se invece montate gomme M+S le tenete tutto l’anno, anche se dovrete adottare una guida più tranquilla e prudente.

– La guida sull’asciutto con gomme invernali richiede più attenzione rispetto alle gomme alle quali siete abituati; tenuta di strada e spazi di frenata  vanno valutati con un margine di almeno il 30% rispetto alle gomme estive.

– Valutate se conviene acquistare oltre alle gomme, anche i cerchi e provvedere da soli alla sostituzione delle ruote complete alla bisogna; farete un po’ di ginnastica e dovrete fare attenzione al serraggio dei bulloni, in cambio del risparmio della spesa del gommista che deve smontare e rimontare i pneumatici sul cerchione. Attenti però a far centrare l’equilibratura prima possibile.

– Attenti alla misura delle gomme che deve corrispondere a quelle riportate dalla carta di circolazione.

– Se vivete in un’area dove l’amministrazione ha disposto il divieto di circolazione dei veicoli senza gomme invernali nel periodo invernale, provvedete per tempo; all’ultimo minuto le ragioni per non essere pronti sono tante, e rischiate anche multe severe.

– I costi delle gomme sono molto variabili, e fate i debiti confronti, anche via internet prima di acquistare, ma diffidate dai venditori improvvisati, e di marche fantasiose; il gommista risponde di quello che fa, e la sicurezza è una cosa seria.

Comments

comments

made by nodopiano