Mercato

Poco “consigliati” dal TCS i pneumatici quattro stagioni

Il Touring Club Svizzero (TCS), dopo avere eseguito i test sui pneumatici quattro stagioni, ha dichiarato che  “è difficile ottenere prodotti efficaci sia in condizioni estive che invernali, tanto che un solo modello è stato giudicato consigliabile”.

Se infatti numerosi pneumatici invernali del test comparativo TCS raggiungono risultati convincenti, la maggior parte delle gomme quattro stagioni di dimensione 175/65 R 14 T testate devono accontentarsi di valutazioni globali mediocri. Persino il Goodyear Vector 4 Seasons, accreditato della menzione «consigliato», mostra leggere lacune su tutti i fondi considerati. Sulla neve, soltanto due prodotti (Goodyear e Kleber) hanno appena toccato il livello delle gomme invernali, mentre gli altri – dichiara il TCS – hanno fornito prestazioni pessime. Su strada ghiacciata, tutti i pneumatici si sono mostrati inferiori ai loro omologhi per l’inverno. Le prestazioni su strada bagnata e asciutta sono state valutate basandosi sul test delle gomme estive. Anche sull’asciutto, un unico modello rivaleggia con le gomme estive (Vredestein). Probabile vittima dell’obiettivo antagonistico di fornire buone prestazioni sia sull’asciutto che sulla neve, questo pneumatico si è però rivelato il peggiore su fondo innevato. Gli altri quattro stagioni hanno invece rivelato qualche debolezza sull’asciutto. Niente di grave, ma gli automobilisti che utilizzano sovente tali prodotti in quel tipo di condizioni devono esserne coscienti. Eccetto un modello (Kleber) che ha mostrato gravi lacune su fondo bagnato, tutte le gomme si sono ben comportate in questa disciplina. I quattro stagioni fanno gara pari con i pneumatici specifici in materia di consumi (una differenza del 4%) e d’usura. Nel bilancio finale, bisogna constatare come nessun quattro stagioni si rivela buono nell’insieme delle discipline, criterio indispensabile per pretendere la menzione TCS «molto consigliato».

Comments

comments

made by nodopiano