Il marchio Giti si prepara al debutto europeo nel segmento vettura

12 gennaio 2017 | 0 Commenti
 
Una parte del team di sviluppo della gamma Giti per l'Europa (da sinistra a destra): Fabio Pecci-Boriani, Tobias Stöckmann,  Claus Oberbeck, Martin Wells, Stefan Fischer, Reinmund Wölfmüller, Stefan Brohs, Brian McDermott e Matthias Hartweg
Una parte del team di sviluppo della gamma Giti per l'Europa (da sinistra a destra): Fabio Pecci-Boriani, Tobias Stöckmann, Claus Oberbeck, Martin Wells, Stefan Fischer, Reinmund Wölfmüller, Stefan Brohs, Brian McDermott e Matthias Hartweg

La Cina è il più grande mercato automobilistico del mondo e nel 2015 circa il 20% dei 68 milioni di pneumatici forniti ai clienti OEM erano prodotti Giti Tire. Ma la Cina a Giti non basta più e dopo aver presentato il brand Giti in Europa durante Automechanika 2016, adesso l’azienda si sta preparando a commercializzarlo in tutto il continente.

Parlando del lancio imminente del marchio Giti nel mercato del ricambio tedesco e del simultaneo ingresso nel mondo del primo equipaggiamento, Martin Wells, key account manager globale per gli OEM tedeschi, commenta che l’obiettivo di Giti Tire nel rispetto del suo piano strategico ‘Vision 2021’ è quello di diventare “un fornitore di primo equipaggiamento e un partner tecnologico riconosciuto in Europa”.

La società sta già lavorando in questo senso: oltre ai rapporti con alcuni produttori di automobili in Cina, compresa la fornitura di modelli Volkswagen nel corso degli ultimi cinque anni, un milione di pneumatici di marca GT Radial saranno spediti ai costruttori in Europa nel corso del 2017.

“I clienti in Europa sono completamente diversi da quelli in Asia, e se non si capiscono le esigenze del cliente si rischia di spendere molti soldi senza essere efficaci”, ha affermato l’ingegnere capo per i pneumatici di primo equipaggiamento, Claus Oberbeck. “Perciò abbiamo deciso nella fase iniziale che il comando per i progetti di primo equipaggiamento per l’Europa avrebbe dovuto essere in Europa, e che avremmo dovuto anche attingere alle esperienze maturate nel mercato del ricambio europeo.”

Per prima cosa, quindi, è stato creato un centro di ricerca e sviluppo, ad Hannover, in Germania. “Tutte le nuove linee di pneumatici per l’Europa sono sviluppate fin dall’inizio ad Hannover: specifiche, battistrada, mescole e via dicendo. Tutti i prodotti soni testati in circuito da esperti collaudatori europei. Quindi si può dire che sono pneumatici realizzati per l’Europa”, commenta Matthias Hartweg, ingegnere capo di Giti Tire Europe per la tecnologia dei pneumatici. Oltre alla struttura tedesca aperta nel 2013, Giti Tire mantiene anche una presenza dedicata al MIRA, la principale base per i test in Europa. Inoltre, il lavoro per lo sviluppo del settore del primo equipaggiamento viene effettuato presso Idiada in Spagna (il piano è quello di far lavorare stabilmente tre-quattro persone in questa sede) e ad Ivalo, in Finlandia. Lo sviluppo in Europa è supportato da ulteriori test svolti nel principale centro di ricerca e sviluppo della società a Hefei, in Cina, e sul circuito di Karawang in Indonesia, che ha aperto nel 2016 e ha ormai raggiunto il 70-80% della sua piena capacità operativa.

Tre estivi in arrivo

Claus Oberbeck ribadisce che i pneumatici in vendita in Europa si differenziano dai prodotti già in vendita in altre parti del mondo: “Non stiamo adattando prodotti asiatici, ma useremo gli stessi progetti specifici per il mercato europeo sia per l’aftermarket che per l’OEM.”

La gamma di Giti per l’Europa sarà inizialmente costituita da tre linee estive, il GitiSport S1, il GitiPremium H1 e il GitiSynergy E1. Secondo Fabio Pecci-Boriani, senior product manager marketing per le autovetture, gli autocarri leggeri e i SUV, per cominciare i tre prodotti saranno fabbricati nelle dimensioni best-seller e garantiranno a Giti il 30% di copertura del mercato in Europa. Successivamente, nuove misure porteranno questa percentuale al 60% circa, per poi attestarsi definitivamente all’85-90% del mercato.

Il GitiSport S1 e il gemello GitiSport S1 SUV comprendono dimensioni da 17 a 21 pollici e presenteranno principalmente la Y come indice di velocità, anche se alcune dimensioni per SUV avranno la W. La maggior parte saranno marchiati XL. Alla gamma è stata data la A per l’aderenza sul bagnato e la C per la resistenza al rotolamento nell’etichetta europea, con un indice di rumorosità di 70dB. Pecci-Boriani commenta che il profilo ideale dell’aquirente del GitiSport S1 è qualcuno che pretende molto da una gomma ma che è anche disposto a pagare di più per questo.

In aggiunta alle caratteristiche sportive più ricercate, come ad esempio il disegno del battistrada asimmetrico e la zona della spalla rigida, il GitiSport S1 è stato sviluppato pensando al chilometraggio e al ridotto tasso di usura. Matthias Hartwig, capo ingegnere per la tecnologia dei pneumatici, ha affermato che il chilometraggio e l’usura sono “altrettanto importanti per i pneumatici sportivi, perché sono spesso utilizzati giornalmente.”

Hartwig ha aggiunto che Giti Tire ha pensato la seconda delle sue tre nuove gamme, quella composta dal GitiPremium H1 e dal GitiPremium H1 SUV, come il “punto di partenza per l’approvazione in primo equipaggiamento.” Mentre il GitiSport S1 pone un forte accento sull’handling e sulle prestazioni, l’obiettivo del GitiPremium H1 è quello di essere “ben bilanciato a un livello elevato.” La gamma copre dimensioni da 16 a 18 pollici di diametro con indici di velocità V, W e H. Il GitiPremium H1 presenta la A nell’etichetta per la frenata sul bagnato e la C per la resistenza al rotolamento.

Il prodotto più eco-friendly della nuova gamma europea di Giti è il GitiSynergy E1. Hartwig commenta che questa linea si differenzia dalla “trovata di marketing” dei prodotti ottimizzati per la resistenza al rotolamento visti sul mercato negli anni passati: “Anche se questa è la nostra linea eco, il GitiSynergy E1 è stato progettato per l’utilizzo quotidiano e, quindi, il pneumatico offre prestazioni ben equilibrate adatte per la guida quotidiana.” Fabio Pecci-Boriani aggiunge che “questo pneumatico prende le migliori caratteristiche del GitiPremium H1, spingendosi oltre nella zona eco.” Il pneumatico è stato classificato B sia per la frenata sul bagnato che per la resistenza al rotolamento, ed è disponibile in dimensioni da 14 a 17 pollici, con codici di velocità H, V e W. Per questo prodotto non è disponibile una versione SUV.

Tutte e tre le linee di prodotto sono state valutate nei confronti dei principali concorrenti in condizioni di asciutto e bagnato dal TÜV SÜD, e sulla base dei risultati di questi test sono stati certificati da parte dell’organizzazione. Il loro lancio nell’aftermarket è previsto per la prima metà dell’anno.

Fornitura ad una piattaforma VW

Il lancio del brand Giti sul mercato del ricambio precederà il debutto nel primo equipaggiamento. Claus Oberbeck ha affermato che Giti Tire fornirà pneumatici Giti a una nuova piattaforma del gruppo Volkswagen a partire da quest’anno. Non potendo fornire altri dettagli, ha solamente aggiunto che sarà un “modello popolare” e che l’accordo di fornitura si applicherà a più di una marca del gruppo. “Abbiamo ricevuto la documentazione di approvazione tecnica all’inizio di dicembre e la prima consegna di pneumatici avrà luogo a partire dal secondo trimestre del 2017.” Oberbeck si riferisce a questa fornitura VW come “un primo passo.” Giti Tire, infatti, sta lavorando a cinque dimensioni che andranno a fornire il primo equipaggiamento in Europa del Gruppo Volkswagen e di un produttore francese: verranno fornite le prime tre dimensioni quest’anno e altre due nel 2018.

“Siamo molto attivi con il gruppo VW in questo momento”, aggiunge. “E stiamo imparando dai risultati del mercato europeo per i nostri altri mercati. Ottenere l’approvazione in Europa può essere difficile, perchè i requisiti europei sono i più alti del mondo e sono una forza trainante per nuovi sviluppi. Altre regioni, come la Cina, stanno adottando standard più rigorosi, come quelli europei.”

La promozione del marchio attraverso i social media e il motorsport

Le approvazioni in primo equipaggiamento serviranno come una “dichiarazione di qualità” per l’aftermarket, afferma Stefan Brohs, direttore di Giti Tire Europe per l’e-commerce, così come il marchio TÜV e l’ingegneria tedesca dei prodotti. Giti Tire intende astenersi in gran parte dai media tradizionali per promuovere il marchio, basandosi invece sull’ottimizzazione dei motori di ricerca e sul marketing online. Un’altra attività chiave sarà il motorsport.

“L’impegno di Giti Tire nel motorsport sta arrivando in Europa”, esclama Tobias Stöckmann, che oltre ad essere direttore vendite e marketing per la Germania, l’Austria e la Svizzera è direttore sportivo del produttore di pneumatici in Europa. Stöckmann afferma che le “radici del motorsport sono profondamente ancorate negli autodromi europei” e considera un circuito in particolare terreno di caccia del marchio: “Il Nürburgring Nordschleife incarna il Motorsport e noi abbiamo un obiettivo. Giti dovrà affrontare questa pista e competere in gara nella 24 ore di quest’anno.” Il Direttore Motorsport ha detto che Giti Tire ha cercato un “partner forte” per questa sfida e l’ha trovato in Rainer Dörr e in Dörr Motorsport GmbH.

Rainer Dörr è un esperto della 24 ore del Nürburgring. Tra il 1999 e il 2015 ha partecipato a questo evento insieme con Pirelli, ottenendo numerose vittorie di classe. “Dörr è passato da Pirelli a Giti e correrà con una Lamborghini Aventador nel 2017. Abbiamo firmato un contratto il 4 novembre”, ha affermato Stöckmann. Egli ha aggiunto che sono già stati condotti test congiunti presso Hockenheim e il Nürburgring per valutare le gomma da gara GitiCompete GTR1 contro “noti concorrenti”, e il risultato è che Giti Tire è “allo stesso livello” della concorrenza e “pronta per la gara 2017.” Nel periodo che precede la 24 ore di maggio, in cui Dörr competerà nella classe SP9, Giti Tire supporterà il pilota in una serie di gare di durata più brevi. Anche se Giti Tire non ha rivelato la durata del contratto con Dörr, l’azienda descrive la collaborazione come un “contratto a lungo termine.”

Tyre Alliance è il primo distributore europeo dei pneumatici Giti

Come accennato, Giti Tire ha scelto la Germania per il debutto della gamma Giti. A consegnare i pneumatici ai rivenditori in Germania ci penserà TA Tyre Alliance GmbH, un gruppo di cinque grossisti regionali tedeschi. Una partnership di distribuzione tra Tyre Alliance e Giti Tire Deutschland GmbH è stata firmata nel novembre 2016. Il direttore del gruppo, Reinmund Wolfmüller, ha affermato di essere convinto che ciascuna delle cinque società indipendenti che fanno parte di Tyre Alliance è meglio posizionata rispetto a qualsiasi altro grossista tedesco per la distribuzione di Giti. Egli ha affermato che i grossisti detengono il potenziale per distribuire più di 3 milioni di pneumatici all’anno in Germania, Austria e Svizzera, e hanno una capacità di magazzino combinato di 1,4 milioni di pezzi ospitati su una superficie di 65 mila metri quadrati.

“Reifen Burkhardt (che ha sede nella Germania sud-occidentale) offre i migliori servizi logistici del settore e una consegna a cinque stelle in un raggio di 150 chilometri dal suo centro di stoccaggio”, afferma Wolfmüller. “Semex (Germania centro-meridionale) ha buone reti nei mercati dell’Europa orientale, Reifen Specht (che si trova tra Francoforte e Colonia) è il più grande grossista del gruppo e offre la migliore soluzione di e-commerce e grande competenza nei TPMS, Reifen Straub (Germania meridionale) ha ottima conoscenza nella distribuzione in Austria e Svizzera, mentre Reifen Tanski (regione della Ruhr) è l’esperto di vendita al dettaglio del gruppo e azionista della piattaforma B2C Gripgate.” L’amministratore delegato aggiunge che Tyre Alliance è alla ricerca di altri partner nella Germania settentrionale e orientale, ma nel frattempo i cinque membri attuali saranno in grado di soddisfare la domanda in tutto il paese.

“I nostri principali clienti target per il marchio Giti sono le oltre 21.000 officine, i 2.200 rivenditori di pneumatici indipendenti, i 1.000 fast fit e i 2.200 negozi di proprietà dei produttori di pneumatici della Germania, insieme ai portali web B2C”, ha affermato Wolfmüller. “Tyre Alliance offre la miglior logistica con cinque magazzini regionali e soluzioni di e-commerce innovative per il B2B, B2C e il B2B2C. Inoltre, nessuno degli altri grossisti tedeschi è in grado di comunicare le attività di marketing come noi.”

Wolfmüller prevede che le scorte delle tre linee di pneumatici Giti saranno nei magazzini di Tyre Alliance entro il primo marzo, e più tardi nel corso dell’anno arriveranno anche i pneumatici invernali. L’amministratore delegato di Giti Tire Europe per la tecnologia del prodotto, Stefan Fischer, ha affermato che questi prodotti invernali arriveranno subito dopo il lancio della gamma estiva. Fischer non ha dato una risposta diretta alla domanda di quando o se arriverà un All Season, ma ha semplicemente risposto che Giti “vuole coprire tutte le aree di prodotto interessanti”.

L’amministratore delegato ha aggiunto che i prodotti Giti non saranno in conflitto con la gamma GT Radial già disponibile (o con quelle di Primewell e Runway) e che i prodotti saranno distribuiti ad una diversa base di clienti tramite canali separati. “La gamma GT Radial continuerà a crescere, ad esempio introdurremo nuove dimensioni delle gamme Sportactive e FE1. GT Radial potrà inoltre beneficiare dell’introduzione del marchio Giti, poiché useremo la tecnologia di una gamma nell’altra.”

Per quanto riguarda i prezzi per i nuovi prodotti, Fischer ha detto che la gamma Giti si posizionerà al di sopra della gamma GT Radial venduta in Europa ma al di sotto del premium.

Resta solo da sapere quando il marchio Giti arriverà in Italia.

Commenti

commenti

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie