L’etichetta strumento a disposizione del gommista per informare il cliente

17 ottobre 2016 | 0 Commenti
 
"La riscolpitura per autovettura è una pratica vietata e potenzialmente pericolosa", afferma il direttore di Assogomma Fabio Bertolotti
"La riscolpitura per autovettura è una pratica vietata e potenzialmente pericolosa", afferma il direttore di Assogomma Fabio Bertolotti

In occasione della Giornata Europea senza morti per le strade, ETRMA – l’Associazione europea dei produttori di pneumatici e di articoli tecnici in gomma – e le sue Associazioni nazionali, tra cui Assogomma, informano gli automobilisti sulla corretta scelta e sulle condizioni di servizio dei pneumatici per fornire un contributo al miglioramento della sicurezza stradale in tutta Europa.

I pneumatici sono l’unico punto di contatto tra il veicolo e la strada ed hanno una diretta influenza sulle performance del veicolo stesso, in termini di sicurezza stradale e ambiente. L’etichettatura europea dei pneumatici – introdotta nel 2012 – identifica tre importanti
caratteristiche prestazionali delle gomme che impattano sulla sicurezza stradale e l’ambiente con riflessi per il consumatore anche in termini economici. Poter disporre di pneumatici con le migliori performance in termini di resistenza al rotolamento significa ridurre al minimo le emissioni di CO2 ed il consumo di carburante. Avere dei pneumatici con la migliore classe di aderenza su bagnato vuol
dire ottimizzare gli spazi di frenata in caso di asfalto bagnato quindi migliorando la sicurezza.

“L’etichettatura dei pneumatici” – dice Fabio Bertolotti, Direttore di Assogomma – “è in vigore da circa quattro anni, ma purtroppo risulta ancora poco conosciuta da molti consumatori finali. Si tratta di informazioni oggettive che possono tornare utili per orientare la scelta del consumatore che ogni rivenditore dovrebbe fornire al suo cliente per una sua decisione consapevole”.

Quando gli automobilisti acquistano un nuovo treno di pneumatici dovrebbero considerare che la tecnologia va in loro aiuto per ottimizzare le prestazioni durante i diversi periodi dell’anno. Una recente indagine ha evidenziato che l’impiego di pneumatici invernali sulle vetture può ridurre del 46% gli incidenti stradali dovuti a perdita di aderenza nel periodo invernale.

L’acquisto del pneumatico più adatto è solo uno degli aspetti per migliorare la sicurezza stradale. Occorre poi operare una manutenzione periodica ed in particolare ripristinare la corretta pressione di gonfiaggio. Chi gonfia le gomme ha le migliori performance di sicurezza possibili ed ottiene vantaggi anche in termini di consumo di carburante. Per una corretta manutenzione dei propri pneumatici e per ottenere le prestazioni migliori è consigliabile che gli automobilisti controllino la pressione di gonfiaggio, a freddo, almeno una volta al mese. Si consiglia di recarsi da un rivenditore specializzato (gommista) dotato di attrezzature adeguatamente tarate.

TyreAWARE è una campagna pan-europea che testimonia l’impegno dell’industria dei pneumatici a favore della sicurezza stradale. E’ un’iniziativa che si affianca alla campagna “Pneumatici Sotto Controllo” che da oltre quindici anni viene promossa in Italia dal Gruppo Produttori Pneumatici di Assogomma. Identici gli obiettivi: accrescere e migliorare l’informazione e la consapevolezza degli automobilisti sui pneumatici che, a prescindere dal veicolo su cui vengono montati, sono indiscutibilmente un elemento fondamentale per la sicurezza stradale con riflessi sull’ambiente ed anche di natura economica.

Sul sito www.pneumaticisottocontrollo.it sono riportati consigli, informazioni di servizio, filmati ed altre notizie riguardanti i pneumatici utili per viaggiare consapevoli e sicuri.

Tag: , , ,

Categoria: Gommisti, Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *