Euroimport Pneumatici sotto indagine – possibili risvolti penali

11 ottobre 2016 | 10 Commenti
 
Euroimport Pneumatici sotto indagine – possibili risvolti penali
Euroimport Pneumatici sotto indagine – possibili risvolti penali

Che i prezzi del negozio online B2C di Euroimport Pneumatici fossero fuori mercato, in quanto inferiori del 15-20% circa rispetto a quelli di altri siti di e-commerce e dei gommisti, era sotto gli occhi di tutti ormai da qualche anno e provocava non poche difficoltà e frustrazioni agli operatori del settore che lavorano nella legalità.

Se ne sono accorte però anche le autorità di controllo, che hanno avviato già mesi fa un’approfondita verifica fiscale, che ha determinato una pesante sanzione amministrativa per l’azienda con sede operativa a Vinovo, in provincia di Torino.

Ma non è tutto: l’indagine è infatti ancora in corso e – secondo indiscrezioni – potrebbe sfociare anche in sanzioni di carattere penale.

Leggi anche: Vendita online di pneumatici, un mercato dove regna la concorrenza sleale?

Tag: , , , ,

Categoria: Gommisti, Mercato, Notizie

Commenti (10)

URL di Trackback | Commenti Feed RSS

  1. giuseppe scrive:

    E finalmente se ne sono accorti!!!!

  2. pietro scrive:

    E si, giustamente adesso EUROIMPORT scrive su facebook che denuncerà Pneusnews per aver pubblicato un artico basato sul nulla.
    Una BENEMERITA FANDONIA..A detta loro.
    Peccato che ci sia una vera indagine in corso.
    Ma poi dico un’altra cosa:vuoi evadere l’iva???? ok,ma non abbassare del 20% il prezzo del prodotto,mantieniti sulle cifre di tutti gli altri e mai nessuno ti beccherà,o quanto meno,io non ti avrei denunciato!!!
    Poveretto.

  3. Antonino scrive:

    Pagherà… o se pagherà! Spero che abbia fatto cassa in questi anni altrimenti gli arriva una vecchiaia molto difficile! Sbruffone!

  4. Angelo scrive:

    Visto che sulle pagine social fanno tanto gli sbruffoni.. attendiamo l’esito dell’indagine, nel frattempo facciamo gli ScreenShot delle cose che scrivono… potrebbero tornare utili domani!

  5. Altomare scrive:

    Gli sbruffoni si fanno mandare le gomme da Delticom dopo che il cliente ha acquistato, non pagano l’Iva e sbandierano l’italianità del sito.

    Sono il riflesso dell’italiano (i minuscola volutamente)furbetto e farabutto che ha distrutto questo paese.

    Conviene che andate a Santo Domingo come Gaucci.

  6. pinco scrive:

    certo… l’italiano che rispetta la legge è invece quello che deduce del 20% tutte le spese per un’auto utilizzata da libero professionista (riforma Monti salva itaglia) e quello che foraggia i gommaioli con cambi estivi invernali semistagioni e multistagioni grazie a normative costruite per foraggiare i gommisti. Siamo la vergogna e la ruberìa istituzionalizzata.

    • giuseppe scrive:

      ti puoi spiegare meglio??

    • Basili Gomme s.n.c. di Basili Ettore & c. scrive:

      Caro sig. Pinco!

      Le normative sono state “costruite” per foraggiare” LA SICUREZZA SULLA STRADA! Non i gommisti! E ancora non basta! Noi del settore ne vediamo di tutti i colori! Gente che arriva con le tele delle gomme a vista…e si lamentano perché non hanno passato la revisione del veicolo! Si lamentano del prezzo degli pneumatici ma poi magari ti sfoderano davanti alla faccia l’ultimo smartphone da 900 euro! Le priorità degli italiani fanno ridere…

      Cordiali saluti

  7. Andrea scrive:

    Leggete qui, non é solo un problema di natura fiscale, il comportamento dell’azienda va di pari passo..

    http://cyber1967.blogfree.net/?t=5460447

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *