A maggio sono aumentate (+2,6%) le emissioni di CO2 da benzina e gasolio

23 giugno 2016 | 0 Commenti
 
A maggio sono aumentate (+2,6%) le emissioni di CO2 da benzina e gasolio
A maggio sono aumentate (+2,6%) le emissioni di CO2 da benzina e gasolio

Le emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina e gasolio per autotrazione a maggio sono aumentate, rispetto allo stesso mese del 2015, di 210.029 tonnellate, che corrispondono al 2,6% in più. In base al dato di maggio, il consuntivo dei primi cinque mesi del 2016 evidenzia una sostanziale parità delle emissioni di CO2 derivate da benzina e gasolio rispetto ai primi cinque mesi dello scorso anno (con un lievissimo aumento dello 0,1% da segnalare nel 2016). Questi dati sono stati elaborati dal Centro Ricerche Continental Autocarro, su dati del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’andamento delle emissioni di CO2 da benzina e gasolio nel 2016 è stato altamente discontinuo. Infatti vi sono stati due mesi in cui vi è stata una diminuzione (gennaio ed aprile) e tre in cui vi è stato un aumento (febbraio, marzo e maggio). Per questo è difficile individuare una tendenza che possa aiutare ad anticipare l’evoluzione della situazione nel resto dell’anno. “In ogni caso, però – sottolinea Alessandro De Martino, amministratore delegato di Continental Italia – l’attenzione di Continental sulla questione delle emissioni di CO2 resta alta, anche grazie ai dati elaborati mensilmente dal Centro Ricerche Continental Autocarro. Per ciò che riguarda l’andamento degli ultimi mesi è da sottolineare che, in un quadro generale che vede una sostanziale parità rispetto al 2015, l’andamento delle emissioni da benzina sia sostanzialmente opposto rispetto a quello delle emissioni da gasolio. Se le prime infatti, nei primi cinque mesi dell’anno sono calate, le seconde sono invece cresciute. L’aumento delle emissioni di CO2 da gasolio ha però compensato la diminuzione delle emissioni da benzina. Indipendentemente dal tipo di alimentazione, Continental lavora per rendere tutti i mezzi più compatibili con la difesa dell’ambiente, con tecnologie e pneumatici che affrontano questa problematica da molti punti di vista. E sostiene le attività del Centro Ricerche per aumentare la sensibilità di tutti verso questi temi”.

Tag: , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *