SBK Rimini: Pirelli, Event Main Sponsor, dedica la gara a Fabrizio Pirovano e presenta i pneumatici per la corsa

14 giugno 2016 | 0 Commenti
 
SBK Rimini: Pirelli, Event Main Sponsor, dedica la gara a Fabrizio Pirovano e presenta i pneumatici per la corsa
SBK Rimini: Pirelli, Event Main Sponsor, dedica la gara a Fabrizio Pirovano e presenta i pneumatici per la corsa

Il Campionato Mondiale Motul FIM Superbike torna al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”, dove sarà di scena dal 17 al 19 giugno 2016 per l’ottavo round della stagione 2016. Per l’occasione Pirelli, Fornitore Unico di Pneumatici di tutte le classi del Campionato fin dal 2004, sarà Event Main Sponsor di questo appuntamento che prende così la denominazione ufficiale di Pirelli Riviera di Rimini Round. Pirelli, appresa la notizia della scomparsa, domenica 12 giugno, di Fabrizio Pirovano, ha deciso di dedicare a questo storico protagonista del paddock Superbike il round di Misano.

Fabrizio Pirovano, è stato un pilota motociclistico, vincitore del Campionato Mondiale FIM Supersport nel 1998 e tra i più rappresentativi del Campionato Mondiale FIM Superbike, e per questo motivo è stato inserito anche nella hall of fame del Campionato.

Questo il vivo ricordo di Giorgio Barbier, Direttore Attività Sportive di Pirelli Moto: “Fabrizio Pirovano ha rappresentato i migliori valori del Campionato Mondiale Superbike fin dagli albori dello stesso. È stato un pilota molto amato perchè esempio di determinazione sportiva, onestà, correttezza, il tutto con un entusiasmo contagioso quanto il suo sorriso. Siamo parte di una comunità errante, ma chi vive e lavora in questo circo è unito da qualcosa di più di una professione. Si gioisce per le vittorie ed i successi di tanta gente che lavora dietro il risultato di un singolo. Ma anche oltre le conquiste sportive, per quelle umane d’ognuno. Godiamo dei reciproci successi, soffriamo per i dolori che colpiscono questa fragile comunità di uomini e donne. Non importa da quanto tempo non sei più nell’ambiente; c’è sempre un caffé per i vecchi amici che tornano a trovarci. Proprio per questo domenica ti aspetteremo a Misano, Fabrizio, come tante altre volte.”

Per la seconda volta quest’anno il Mondiale per derivate dalla serie torna in terra di Romagna: dopo l’appuntamento con Imola è la volta di Misano Adriatico, storico tracciato che ha rinnovato l’accordo con Dorna per ospitare le derivate di serie fino al 2019.

A Misano Pirelli porterà una nuova soluzione posteriore di sviluppo in mescola morbida, la V0375, per i piloti del WorldSBK e metterà anche a disposizione dei piloti WorldSSP una nuova opzione anteriore, in questo caso sviluppo della SC1.

A conclusione del fine settimana di gare, lunedì 20 giugno, si svolgeranno i test ufficiali Dorna, il secondo appuntamento dopo quelli svolti ad inizio stagione in Australia.

Lato Pirelli i test si concentreranno sulla prova con i team di sviluppo designati di soluzioni morbide posteriori e opzioni alternative della SC1 all’anteriore.

Il Misano World Circuit “Marco Simoncelli” è stato progettato a partire dal 1969 e, dopo tre anni di lavori, ha visto la luce nel 1972 con l’avvio delle attività sportive grazie ad una struttura di modeste dimensioni. Il primo circuito era lungo 3488 metri ed è stato utilizzato assiduamente nel corso degli anni Ottanta: nel decennio successivo è stato sottoposto ad un progetto di ristrutturazione, portato avanti con l’obiettivo di realizzare un impianto all’avanguardia, concepito con un respiro internazionale. Nuovi lavori di ammodernamento sono stati portati avanti tra il 2005 – quando è stato realizzato il nuovo ingresso al circuito – e il 2006, anno che ha visto il Misano World Circuit chiudere i battenti per un restyling completo durato cinque mesi, al termine del quale la lunghezza del tracciato è stata portata a 4180 metri.

Tra le altre opere di ristrutturazione che si sono susseguite negli anni vi è anche la realizzazione della configurazione attuale, avvenuta nel 2008 con la costruzione della nuova corsia di uscita dai box, la modifica dell’ingresso in pista e dell’immissione nella Variante del Rio. La nuova configurazione presenta una lunghezza di 4226 metri, con 10 curve a destra e 6 a sinistra, ed una larghezza minima di 12 metri.

Nel marzo 2015 il Misano World Circuit “Marco Simoncelli” è stato totalmente riasfaltato dalla società italiana Dromo guidata da Jarno Zaffelli, con la posa di circa 53.000 mq di nuovo rivestimento, sviluppato con una formulazione specifica per contrastare gli effetti della salsedine – vista la vicinanza con il Mar Adriatico – e dell’umidità. Insieme al rifacimento completo dell’asfalto sono stati apportati alcuni interventi di redifinizione delle vie di fuga nel rispetto dei calcoli di sicurezza DroCAS™, la riprofilatura dei cordoli con l’obiettivo di migliorare le dinamiche dei veicoli ed il piacere di guida. Il risultato è un asfalto decisamente più aggressivo ed abrasivo sugli pneumatici rispetto al passato, particolarmente influenzato anche dalle alte temperature tipiche di quest’area che possono compromettere la precisione delle traiettorie e la pulizia nella guida.

Il tracciato romagnolo si presenta molto curvilineo, con rettilinei di breve lunghezza che non consentono il raggiungimento di velocità di punta elevate ma creano diversi punti di staccata e accelerazione: la sezione più impegnativa dal punto di vista degli pneumatici è quella successiva al Curvone (curva 11), un tratto molto veloce caratterizzato da una serie di curve destrorse che impongono alle gomme un elevato stress meccanico e termico sulla spalla impegnata.

Le soluzioni per le classi Superbike e Supersport

Sono 4802 gli pneumatici che complessivamente Pirelli porta a Misano Adriatico per l’ottavo round del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike oltre a quelli destinati alla giornata di test di lunedì 20 giugno.

In aggiunta agli pneumatici da bagnato e intermedi, che sono sempre disponibili per tutte le classi in caso di condizioni climatiche avverse, ogni categoria ha una selezione di pneumatici da asciutto che può utilizzare, in particolare nella SBK e nella WorldSSP i piloti hanno sempre a disposizione più opzioni tra cui scegliere.

Per quanto riguarda la classe SBK, a Misano i piloti avranno a disposizione quattro soluzioni slick anteriori e altrettante posteriori.

All’anteriore alla SC2 e SC3 di gamma, si affiancano due soluzioni morbide di sviluppo: la ben nota S1699, una delle soluzioni in assoluto più utilizzate dai piloti, e la U0176, opzione che, a livello di mescola, si posiziona più o meno a metà strada tra una SC1 e una SC2 e che fino ad ora è stata portata solo nel round di Assen.

Per quanto riguarda invece il posteriore, Pirelli, visto il periodo dell’anno e quindi le temperature che dovrebbero essere sufficientemente elevate, ha deciso di puntare soprattutto su soluzioni morbide. Alla SC0 di gamma si affiancano due SC0 di sviluppo: la nuova V0375, mai provata prima dai piloti e che utilizza la stessa mescola della SC0 di sviluppo T0611 che è stata la soluzione più utilizzata a Misano lo scorso anno, e la V0377, che ha debuttato nel round di Donington Park e che utilizza la medesima mescola della SC0 di gamma ma con diversi accorgimenti strutturali che dovrebbero offrire un migliore livello di grip e una più elevata stabilità.

Qualora l’asfalto non dovesse raggiungere una temperatura sufficiente affinchè possano essere utilizzate delle mescole morbide, i piloti potranno comunque contare sulla SC1 di gamma che meglio si adatta ad asfalti abrasivi e temperature basse.

Tag: , , ,

Categoria: Motorsport, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *