Le pastiglie freno Ferodo Eco-Friction in pista con VW Golf e Fiat Scudo

31 maggio 2016 | 0 Commenti
 
Le pastiglie freno Ferodo Eco-Friction in pista con VW Golf e Fiat Scudo
Le pastiglie freno Ferodo Eco-Friction in pista con VW Golf e Fiat Scudo

Federal-Mogul Motorparts, divisione di Federal-Mogul Holdings Corporation, ha organizzato nei giorni 15 e 16 marzo scorsi dei test in pista sul circuito Riccardo Paletti di Varano de Melegari (PR), durante un evento denominato “Ferodo Eco-Friction Days”, con l’obiettivo di far testare direttamente a clienti e giornalisti internazionali le performance delle pastiglie freno Ferodo Eco-Friction e dimostrare le qualità di questo innovativo materiale ecologico.

I partecipanti, accompagnati dai collaudatori di Federal-Mogul Motorparts, hanno effettuato test di frenata in pista, sia con asfalto asciutto sia bagnato. I test sono stati condotti con due tipi di veicoli: Volkswagen Golf VII 1.6 TDI (81kW) e Fiat Scudo 2.0 JTD Multijet; entrambi i mezzi vedevano coinvolti due veicoli identici: il primo equipaggiato con pastiglie freno di primo impianto, il secondo con il materiale Ferodo Eco-Friction.

Federal-Mogul Motorparts_Test Ferodo Eco-Friction_Varano_02

Al termine della sessione di test, i risultati sono stati analizzati dai tecnici di Federal-Mogul Motorparts e hanno confermato l’efficacia del materiale senza rame prodotto da Ferodo. La Golf VII equipaggiata con pastiglie Ferodo Eco-Friction ha infatti avuto su asfalto asciutto performance analoghe alle pastiglie di primo impianto, mentre la vettura si è arrestata 10cm prima sul bagnato; per Fiat Scudo, invece, le frenate con pista asciutta sono state mediamente 65cm più corte rispetto al primo impianto, mentre sul bagnato le due pastiglie hanno dimostrato performance analoghe.

Federal-Mogul Motorparts_Ferodo Eco-Friction_Aftermarket brake padsI test condotti in pista hanno dimostrato quanto le pastiglie Ferodo Eco-Friction, oltre a garantire un impatto ambientale considerevolmente ridotto grazie all’assenza di rame e di altri metalli che generano polveri sottili, siano anche in grado di assicurare performance di frenata analoghe se non superiori rispetto a quelle utilizzate in primo impianto, da sempre benchmark di mercato in termini di sicurezza e tecnologia avanzata.

I test A bordo di veicoli Volkswagen Golf VII 1.6 TDI (81 KW) e Fiat Scudo 2.0 JTD Multijet, gli ospiti dei Ferodo-Eco-Friction Days hanno effettuato prove di frenata tipo AMS, una tipologia di test richiesta da molti costruttori di veicoli per l’omologazione di un materiale di attrito.

Federal-Mogul Motorparts_Test Ferodo Eco-Friction_Varano_04I veicoli erano equipaggiati con dischi e pastiglie freno nuovi, a cui è stato eseguito il prescritto rodaggio, che consiste in una serie di oltre 200 frenate con pressioni ridotte sul pedale del freno, evitando frenate brusche e violente. I mezzi erano inoltre dotati di diversi rilevatori GPS per misurare la velocità del mezzo e lo spazio di frenata (in metri) che intercorre dal momento in cui si preme sul pedale del freno da una velocità iniziale di 90km/h fino al completo arresto del mezzo stesso. Sia su Volkswagen Golf sia su Fiat Scudo, ogni test è stato ripetuto 3 volte ed effettuato prima sul veicolo che montava il materiale di primo impianto e poi su quello analogo equipaggiato con Ferodo Eco-Friction.

La prova consisteva nel portare il veicolo alla velocità indicativa di 100km/h circa; mettendo poi il veicolo in folle e tenendo ben forte il volante, si premeva sul pedale del freno in modo deciso, come se ci fosse un ostacolo, fino al suo completo arresto. L’ABS poteva entrare in funzione mantenendo il mezzo stabile nel senso di marcia.

Commenti

commenti

Tag: , , ,

Categoria: Altro, Mercato, Notizie, Notizie prodotti