Texa Diagnosis Contest: una sfida tra 44 studenti aspiranti meccatronici provenienti da 22 istituti tecnici e professionali

2 maggio 2016 | 0 Commenti
 
Texa Diagnosis Contest: una sfida tra 44 studenti aspiranti meccatronici provenienti da 22 istituti tecnici e professionali
Texa Diagnosis Contest: una sfida tra 44 studenti aspiranti meccatronici provenienti da 22 istituti tecnici e professionali

Una vera e propria gara tra i migliori “meccatronici di domani”, figure professionali specializzate nella riparazione di guasti e malfunzionamenti nei moderni autoveicoli: è il Texa Diagnosis Contest promosso da Texa. Giunta all’ottava edizione, la competizione vedrà sfidarsi, tra mercoledì 4 e giovedì 5 maggio, nella sede di Monastier di Treviso, 44 studenti tra i 16 ed i 19 anni selezionati tra 22 scuole superiori di tutta Italia, aderenti al programma TexaEdu.

Una “due giorni” nel corso della quale i partecipanti dovranno affrontare sette prove a tempo per dimostrare, a livello teorico e pratico, di conoscere a fondo la diagnostica e l’elettronica applicata al settore automotive. I ragazzi, accompagnati dai loro insegnanti, potranno contare sulla supervisione di quattro esaminatori esterni. Le prove consistono in un test a risposta multipla sull’elettrotecnica, un mini-corso su un argomento legato all’autoriparazione, un’analisi dei gas di scarico di un motoveicolo, una diagnosi di un guasto al motore di una vettura a benzina, un’analisi con oscilloscopio di un componente dell’impianto iniezione Common Rail, la ricerca di un guasto elettrico con l’uso del multimetro, la diagnosi di un veicolo industriale.

Le scuole TexaEdu che partecipano alla competizione sono: Centro di Formazione Professionale “Giuseppe Zanardelli” di Edolo (Brescia), Centro di Formazione Professionale “Giuseppe Zanardelli” di Verolanuova (Brescia), Centro di Formazione Professionale “Bassa Reggiana” di Reggio Emilia, Centro di Formazione Professionale ENAIP Veneto di Cittadella (Padova), Centro di Formazione Professionale ENAIP di Pasian di Prato (Udine), Centro di Formazione Professionale ENAIP di Trento, Centro di Formazione Professionale “Luigi Einaudi” di Bolzano, Centro di Formazione Professionale “Pia Marta” di Milano, Centro di Formazione Professionale “Scaligera Formazione” di Verona, Fondazione Casa della Gioventù di Trissino (Vicenza), Istituto Professionale Statale “Leon Battista Alberti” di Rimini, Istituto Professionale Statale “Archimede” di Barletta, Istituto Professionale Statale “Belluzzi Fioravanti” di Bologna, Istituto d’Istruzione Superiore “E. Majorana” di Enna, Istituto Professionale Statale “A. Guastaferro” di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), Istituto Professionale Statale “Di Marzio Michetti” di Pescara, Istituto Professionale Statale “A. Ferrari” di Maranello (Modena), Istituto Professionale Statale “Marconi Guarasci Rogliano” di Cosenza, Istituto Professionale Statale “Guglielmo Marconi” di Imperia, Istituto Professionale Statale “Orazio Olivieri” di Tivoli, Istituto Professionale Statale “Sandro Pertini” di Terni, Istituto d’Istruzione Superiore Galilei Ferrari di Torino.

Tag: ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *