Unrae conferma la previsione di 1.640.000 immatricolazioni nel 2016. Novembre +23,5%

3 dicembre 2015 | 0 Commenti
 
Unrae conferma la previsione di 1.640.000 immatricolazioni nel 2016. Novembre +23,5%
Unrae conferma la previsione di 1.640.000 immatricolazioni nel 2016. Novembre +23,5%

Un giorno lavorativo in più nel mese di novembre spinge la domanda di auto nuove a 134.021 unità con una crescita del 23,5% rispetto al novembre dello scorso anno. Negli undici mesi le vetture vendute hanno evidenziato un incremento del 15,5% con 1.464.747 immatricolazioni, consolidando la proiezione di una crescita a fine anno di oltre 200.000 unità rispetto al 2014, a circa 1.570.000 auto vendute.

“Guardando al 2016 – ha commentato Massimo Nordio, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere – abbiamo una diversa visione rispetto alle previsioni che si sono lette in questi giorni di un mercato che raggiunga 1.747.000 unità”.

“Mentre la fase di lenta ripresa congiunturale si è avviata – ha precisato il Presidente – restano ancora gli strascichi della riorganizzazione strutturale che Case automobilistiche e Reti di vendita hanno affrontato negli ultimi 3 anni, vedendo sparire circa 500 imprese concessionarie, 900 punti di vendita e 9.000 occupati.

Soprattutto, abbiamo assistito ad una crescita del noleggio per l’evento Expo, certamente irripetibile, ma è venuta a mancare la parte più importante della domanda spontanea, quella dei privati che è in ripresa solo da questa primavera, grazie alle poderose azioni commerciali delle Case con le loro Reti di vendita, e che ancora rappresenta solo il 63% delle vendite realizzate nelle nostre Concessionarie”.

“E tutti i dati settoriali ed economici che Unrae ha incrociato con Prometeia nell’ultimo Osservatorio previsionale confermano – ha ribadito Nordio – che in assenza di una spinta decisa al rinnovo del parco anziano, la previsione più realistica e attendibile per il 2016 è di 1.640.000 unità.

“Così come – ha concluso Nordio – la nostra previsione per il medio termine conferma che dovremo attendere il 2018 per avvicinarci a 1,8 milioni di immatricolazioni e che soprattutto con questo ritmo di recupero il parco resterà tra i piu’ vecchi in Europa”.

Anche la raccolta contratti del mese di novembre segna una crescita del 20% con circa 142.000 unità raccolte. Nel cumulato degli 11 mesi i contratti ammontano a 1.483.000, il 16% in più dello stesso periodo 2014.

L’analisi della struttura del mercato di novembre indica un andamento degli acquisti dei privati in linea con il mercato. La crescita del 25,1% dei volumi consente un incremento di quasi un punto di quota, che raggiunge il 65,1% nel mese, mentre nel cumulato le immatricolazioni aumentano del 17,9%, con una quota pari al 63,5% del totale mercato. Ancora molto forte la spinta del noleggio che in novembre segna un incremento del 35,7% ed una rappresentatività del 16,8%. Una forte spinta deriva sia dal breve sia dal lungo termine ma, mentre il rent a car raddoppia i propri volumi (+98,7%), il lungo termine cresce di un buon 19,7%.

Negli 11 mesi l’incremento in volume è pari al 17,7% (con un andamento simile fra breve e lungo termine), giungendo a rappresentare 1/5 del totale mercato. Infine, anche il canale delle società torna a segnare una buona crescita: +10% in novembre, che porta il cumulato gennaio-novembre ad un +5%, con una quota sul totale pari al 16,4%.

Ottima crescita a doppia cifra in novembre per le motorizzazioni a benzina, diesel e ibride a fronte, invece, di un calo del 20,8% del Gpl e del 31,8% del metano. Anche nel cumulato, alla crescita di tutte le altre motorizzazioni si contrappone una leggera flessione del Gpl e una forte contrazione del metano (-11%). Sotto il profilo dei segmenti in novembre si registrano buoni incrementi a due cifre per tutti, con performance leggermente inferiori all’andamento del mercato totale per city car, medie e superiori.

Per concludere la panoramica sul mercato, anche i trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture (le intestazioni temporanee a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno segnato una buona crescita: +14,6% in novembre, con 427.507 unità rispetto alle 372.943 dello stesso mese del 2014. Gli 11 mesi dell’anno evidenziano una crescita del 7,8% a 4.171.278 vetture trasferite (3.869.104 nel gennaio-novembre 2014).

Commenti

commenti

Tag: , ,

Categoria: Mercato, Notizie