Yokohama investirà 70 milioni di euro in India nei prossimi 5 anni per espandere il business locale

1 dicembre 2015 | 0 Commenti
 
Satoshi Fujitsu, Presidente e Direttore di Yokohama India
Satoshi Fujitsu, Presidente e Direttore di Yokohama India

Yokohama, presente da quasi un anno in India, sta progettando il prossimo ciclo di espansione per lo stabilimento di Ballabhgarh, situato nella regione di Haryana. Il produttore di pneumatici giapponese ha già investito 300 crore (oltre 42 milioni di euro) nello stabilimento lo scorso anno e deciderà entro dicembre sull’l’importo degli investimenti. “Decideremo sulla scala di espansione entro la fine di quest’anno”, ha detto Satoshi Fujitsu, Presidente e Direttore di Yokohama India in un’intervista a ETAuto, aggiungendo che la capacità almeno raddoppierà rispetto a quella attuale, pari a 700.000 pneumatici all’anno per autovettura, di cui l’80% viene utilizzato attualmente.

Le vendite di Yokohama sono aumentate del 45% rispetto all’anno scorso: il produttore di pneumatici ha venduto 420.000 pneumatici nel 2014 e prevede di vendere più di 650.000 unità quest’anno.

A lungo termine, il produttore di pneumatici prevede di investire 10 miliardi di yen (circa 500 crore, quasi 71 milioni di euro) per portare la capacità totale a 3 milioni di unità all’anno entro il 2020, rimanendo sempre nel segmento dei pneumatici per autovettura: Yokohama importa circa 100.000 pneumatici di fascia alta per SUV. Attualmente, l’azienda ha meno dell’1% della quota di mercato per quel che riguarda la sostituzione e si sta preparando ad entrare nel business dell’equipaggiamento originale: “Stiamo già parlando con le case automobilistiche giapponesi come Toyota, Honda e anche altre per ottenere il business OEM”, ha detto Satoshi Fujitsu.

Yokohama fornisce a Toyota India pneumatici importati dal Giappone, ma ora sta lavorando per soddisfare le necessità della casa giapponese direttamente dall’India. Secondo Fujitsu, una volta raggiunto il picco di produzione, il segmento OEM contribuirà con il 30% del totale delle attività.

Tag: ,

Categoria: Mercato, Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *