Michelin Tire Care: la potenza della tecnologia digitale al servizio del trasportatore

19 ottobre 2015 | 0 Commenti
 
Michelin Tire Care: la potenza della tecnologia digitale al servizio del trasportatore
Michelin Tire Care: la potenza della tecnologia digitale al servizio del trasportatore

Il gruppo Michelin ha lanciato Tire Care, la prima offerta digitale di servizi connessi per i trasportatori. La potenza della tecnologia digitale contribuirà a semplificare la vita ai trasportatori, in particolare nelle operazioni di manutenzione, rendendo le attività più affidabili, aumentando la sicurezza e riducendo i costi operativi.
Grazie a Michelin Tire Care è possibile raccogliere e recuperare in modo affidabile, automatico, semplice e rapido tutte le informazioni relative ai pneumatici di una flotta. Questo avrà un impatto immediato sulle operazioni del trasportatore e sui risultati. Le informazioni saranno accessibili su smartphone, computer o palmari, a seconda delle esigenze dei clienti.
In Europa, Michelin offre tre soluzioni per le esigenze del trasportatore: TireLog, il libretto di manutenzione tascabile, digitale, semplice e pratico; iCheck, la diagnosi predittiva del pneumatico; iManage, la gestione connessa di tutti i pneumatici.
“Le nuove soluzioni digitali di Michelin rappresentano una significativa innovazione nel mondo dei trasporti, e si inseriscono in una tradizione al servizio del cliente che ha 125 anni” ha affermato Serge Lafon, Direttore Linea Prodotto Autocarro, membro del Comitato Esecutivo del Gruppo. “Già nel 1890, i fondatori di Michelin pensavano alla mobilità come contributo al benessere dell’umanità. L’impegno di Michelin nel campo dell’innovazione ha origine allora e continua, a favore di una mobilità sempre più sicura, efficiente, semplice e sostenibile. Il gruppo Michelin si sviluppa intorno alla nozione di servizi connessi a servizio della mobilità. Con i pneumatici, ma anche con i servizi e le tecnologie, Michelin ha sempre accompagnato le persone nei propri spostamenti. Le offerte digitali MICHELIN TIRE CARE fanno parte di questa strategia globale. Michelin rafforza il suo ruolo di partner fornendo ai trasportatori soluzioni efficaci per semplificare la vita e migliorare l’efficienza operativa. Migliore manutenzione, miglior monitoraggio, migliore tracciabilità, miglior pilotaggio dell’attività. Con le offerte digitali Michelin Tire Care, il pneumatico per automezzi pesanti potrà essere ottimamente gestito per dare il meglio di sé, e non solo essere montato o smontato da un veicolo. Le offerte digitali e connesse di Michelin Tire Care iniziano una nuova era: si entra in una logica di manutenzione preventiva, facile, veloce, adatta all’utente, invece dell’attuale manutenzione correttiva.”

Michelin Tire Care: i trasportatori al centro della strategia di Michelin
I trasportatori operano in un contesto sempre più difficile, caratterizzato da forte concorrenza e da grandi condizionamenti. Hanno aspettative chiare: sicurezza, velocità, efficienza, affidabilità e riduzione dei costi. Ogni euro conta. Nelle condizioni attuali del mercato un euro guadagnato sul pneumatico è un euro di margine per il trasportatore.
Michelin lavora insieme ai trasportatori per analizzare il loro modo di operare, per identificare le loro necessità e offrire servizi innovativi. Per questi professionisti, oggi lanciamo più che un pneumatico. Offriamo il programma Michelin Tire Care, una serie di offerte digitali, adatte alle loro aspettative.
Michelin Tire Care si compone di tre soluzioni, che aiutano i clienti a trarre il maggior beneficio dalle prestazioni del pneumatico Michelin, che spesso non sono sfruttate al meglio.

  • In media, in Europa, i pneumatici vengono smontati definitivamente quando rimangono 4,8 millimetri di gomma, anche se, a seconda delle legislazioni in vigore nei Paesi europei, i pneumatici possono essere utilizzati fino a una profondità minima da 1 a 2 mm. Se calcoliamo che con 1 mm di gomma si possono percorrere da 15.000 a 20.000 km, si può immaginare quanti chilometri vadano perduti.
  • Si stima che non venga sfruttato circa il 15% delle potenziali prestazioni dei pneumatici, che corrispondono a un buco del 15% nel budget dei trasportatori.
  • Un pneumatico sottogonfiato significa maggior consumo di carburante.
  • Un terzo dei guasti è legato al pneumatico (fonte: ADAC). Tra questi, 9 su 10 potrebbero essere evitati con un buon monitoraggio della pressione di gonfiaggio (fonte: TMC).

Oggi, il monitoraggio dei pneumatici, per lo più manuale, limita la frequenza del controllo dei veicoli. Inoltre, la raccolta delle informazioni non è automatica, né affidabile, né rapida. Un buon monitoraggio dei costi dei pneumatici attraverso servizi digitali costituisce quindi una significativa leva di business. Le offerte digitali in questo campo riducono il tempo di ispezione dei pneumatici di un terzo. Con la tracciabilità dei pneumatici, il trasportatore conoscerà con precisione lo stato dei pneumatici della flotta e le future esigenze, sarà in grado di anticipare gli ordini e il fermo dei veicoli.
Le tre soluzioni digitali che compongono Michelin Tire Care sono state studiate in base alle esigenze dei trasportatori.

  • Per le piccole flotte che esternalizzano le operazioni di manutenzione, l’offerta TireLogTM è il libretto di manutenzione tascabile, digitale, semplice e pratico.
  • Per le flotte di oltre 100 veicoli con un laboratorio di manutenzione, Michelin propone:
    iCheck – la diagnosi predittiva del pneumatico
  • iManage – la gestione connessa di tutti i pneumatici

L’applicazione TireLog è gratuita. Per le offerte iCheck e iManage, il canone mensile per veicolo varierà da 5 a 10 euro in funzione del numero di veicoli che saranno equipaggiati con queste soluzioni.
Queste offerte apporteranno guadagni in elementi quantificabili, come il consumo di carburante, il chilometraggio totale dei pneumatici, la sicurezza dei percorsi completati.

TireLog: il libretto di manutenzione tascabile, digitale, semplice e pratico.
TYRELOG_HD_w580_h443TireLog è un’applicazione gratuita per smartphone (Apple o Android). Permette ai trasportatori, in particolare a chi ha meno di 20 veicoli, di tracciare i pneumatici in modo semplice ed efficace.
Le aziende con meno di 20 veicoli rappresentano il 95% delle aziende di trasporto in Europa. In un contesto in cui il monitoraggio dei pneumatici è per lo più manuale e la raccolta delle informazioni non è automatica, né affidabile, né rapida, TireLog offre ai trasportatori l’accesso regolare e rapido alle informazioni.
Questo libretto di manutenzione permette ai trasportatori di prendere decisioni veloci e sicure relative ai pneumatici delle proprie flotte, anche se di piccole dimensioni.
Le caratteristiche di TireLog:

  • Risparmio di tempo.
  • Ottimizzazione del planning di manutenzione: riscolpitura, ricostruzione, cambio pneumatici.
  • Supporto alla decisione grazie alla possibilità di confrontare le prestazioni di differenti marche di pneumatici.

L’applicazione TireLog può essere scaricata in 11 lingue da Google Play e da AppStore.

iCheck: la diagnosi predittiva e ottimizzata dei pneumatici.
iCHECK_HD_w580_h388iCheck permette, da una parte, di conoscere molto più regolarmente lo stato del parco, con tempi di controllo inferiori di un terzo, e, dall’altra, di dirigere le operazioni da eseguire in officina.
È così possibile monitorare la pressione, lo spessore del battistrada e la condizione generale del pneumatico. Queste informazioni precise, semplici, veloci e affidabili sullo stato del pneumatico permettono la coordinazione ottimale delle operazioni da effettuare.
iCheck permette di accedere alle informazioni giuste al momento giusto. I rischi di guasti dei veicoli dovuti ai pneumatici sono ridotti, la riscolpitura è eseguita al momento giusto e ogni millimetro di battistrada è sfruttato. Questo permette di ridurre i costi al chilometro e migliora la redditività dell’azienda.
Per aderire all’offerta iCheck, i trasportatori si registrano sul portale MyAccount del sito Internet: http://autocarro.michelin.it

iManage: la gestione connessa dei costi dei pneumatici.
iManage fornisce una completa tracciabilità di ogni pneumatico di una flotta dotata di un proprio laboratorio di manutenzione, per tutta la durata della sua vita. I pneumatici vengono identificati da un chip RFID (Radio-Frequency IDentification).
iManage permette la raccolta e il recupero di tutti i dati relativi ai pneumatici di una flotta di veicoli in modo affidabile, automatico, semplice e rapido durante tutta la vita del pneumatico, dalla registrazione nello stock fino alla fine della sua vita, grazie alla tracciabilità di ogni operazione di manutenzione.
iMANAGE_HD_w580_h424Il portale MyAccount centralizza i dati, e permette ai trasportatori di accedere alle analisi e ai report relativi ai pneumatici delle proprie flotte, facilitando il processo decisionale. Vi si trovano quindi informazioni sulle pressioni corrette, sul livello di usura del battistrada, sullo stato generale dei pneumatici e sulla disponibilità nello stock: tutti elementi che permettono di prevedere e pianificare la manutenzione, la riscolpitura, la ricostruzione ed eventuali operazioni di permutazioni dei pneumatici.
Questa innovazione di Michelin offre ai trasportatori la possibilità di lavorare con una logica di manutenzione preventiva, non solo in termini di sicurezza, ma anche di guadagni misurabili in elementi quantificabili, come il consumo di carburante e il chilometraggio totale dei pneumatici.
L’offerta iManage fa parte della logica globale di Michelin Tire Care, che considera anche la redditività nel campo degli elementi non quantificabili. L’affidabilità del trasporto, per esempio, non può essere misurata quando tutto procede bene, ma diventa un elemento significativo quando le operazioni falliscono. In un contesto in cui la qualità del trasportatore è misurata secondo la capacità di consegnare in tempo, in modo sicuro e affidabile, l’offerta digitale di servizi connessi di Michelin Tire Care si propone come insostituibile alleato.
Le soluzioni digitali di Michelin Tire Care
Michelin Tire Care digital solutions nasce negli USA all’inizio del 2015. In cinque mesi, sono state realizzate oltre 11.000 ispezioni su 100 flotte che hanno aderito al programma. L’obiettivo era ridurre del 50% il numero dei guasti legati ai pneumatici. Oggi, il programma si è ampliato all’Europa ed è previsto in altri Paesi nei prossimi mesi.

Tag: , , , ,

Categoria: Mercato, Notizie, Notizie prodotti, Veicoli commerciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire il numero mancante: *